PAGELLE: Politano unico ispirato, Vecino né carne né pesce. Serataccia Icardi, Lautaro prima no?

Le pagelle di Daniele Mari, direttore di Fcinter1908, su Inter-Sassuolo

di Daniele Mari, @marifcinter

HANDANOVIC 7: Due sole, vere parate. Ma che parate. Salva tutto su Boateng con un guizzo fantastico e si ripete al 91′

D’AMBROSIO 5: Quanti errori in fase di appoggio. Cross poco incisivi e tantissimi errori di misura in fase di impostazione

DE VRIJ 6,5: Non va per il sottile con Boateng. Spesso si fa sentire anche con le cattive ma ha quasi sempre ragione lui

SKRINIAR 6,5: Meno concentrato del solito, si fa uccellare da Boateng e serve un miracolo di Handanovic per salvare l’Inter. Cresce alla distanza dopo un inizio un po’ svagato, alla fine però salva miracolosamente un gol fatto

ASAMOAH 5,5: Partita non certo eclatante. Non crea grandi pericoli in fase di appoggio a Perisic e si prende spesso rischi eccessivi

VECINO 5: Né carne né pesce. Non appoggia la fase offensiva, non fa filtro in fase difensiva. Resta in campo fin troppo

BROZOVIC 5,5: Tutti i palloni passano da lui ma è meno ispirato del solito. E si vede nella lentezza della manovra nerazzurra

JOAO MARIO 5,5: I ritmi bassi dovrebbero favorire la sua tecnica ma la serata non è quella delle invenzioni importanti. Tutt’altro. Cresce un po’ nella ripresa ma combina pochino

POLITANO 6,5: L’unico ispirato in fase offensiva. Punta l’uomo e lo salta spesso e volentieri. Ma come spesso gli accade, la fase di preparazione resta la parte più bella. Non la completa con una finalizzazione degna

ICARDI 5: Serataccia per il capitano dell’Inter. Tocca pochissimi palloni e quelli che tocca non sono mai pericolosi. Né in fase di costruzione né all’interno del suo regno, l’area di rigore

PERISIC 5,5: Ormai abbiamo capito, la sua abilità difensiva lo salva da ogni possibilità di sostituzione a gara in corso. Ma se un campione come lui si nota soprattutto per i ripiegamenti, qualcosa non quadra

NAINGGOLAN 5: Entra a mezz’ora dalla fine, ma quasi non se ne accorge nessuno

BORJA VALERO 6: L’arrembaggio finale non c’è, lui prova a velocizzare ma il tempo è poco

LAUTARO 6: Più pericoloso lui in 10 minuti che tutti i compagni in 90. Entra troppo tardi

SPALLETTI 5: La squadra gioca una partita soporifera, quasi aspettando un gol per grazia divina. E quando lui si accorge che di grazia divina non è aria, è troppo tardi. Si poteva giocare la carta Lautaro molto prima, viste alcune prestazioni non certo da ricordare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy