Tottenham-Inter: Sensi-Brozovic comandano, Skriniar in ritardo. Bene Candreva, non Perisic

Tottenham-Inter: Sensi-Brozovic comandano, Skriniar in ritardo. Bene Candreva, non Perisic

La gara contro il Tottenham fornisce diverse indicazioni ad Antonio Conte

di Daniele Mari, @marifcinter
Inter, Sensi convince in mezzo al campo

L’Inter batte ai rigori il Tottenham ma soprattutto convince, ancora una volta, dal punto di vista del gioco. I nerazzurri passano un quarto d’ora complicato, martellati dagli Spurs. Poi, però, reagiscono e mettono persino alle corde i vicecampioni d’Europa, meritando pareggio e vittoria.

I MIGLIORI:

Stefano Sensi: la vera sorpresa di questo precampionato. Dirige il centrocampo in coppia con Brozovic e la presenza del croato gli consente anche di sganciarsi in avanti. Secondo gol e altra prestazione di grande livello

Marcelo Brozovic: Da proteggere e salvaguardare. Non ci sono giocatori simili in rosa, gioca con naturalezza e disinvoltura. E sembra anche migliorato al tiro. Giocatore ormai di altro livello

Antonio Candreva: L’arrivo di Conte, e l’infortunio di Lazaro, lo hanno rivitalizzato. Sulla fascia destra, che può governare in ampiezza avendola tutta a disposizione, si trova a suo agio e gioca un’altra partita solida. Sia in attacco che in difesa

I PEGGIORI

Milan Skriniar: Stazza imponente, inevitabilmente in ritardo rispetto ad altri compagni. Deve prendere confidenza con il ruolo di centrale di sinistra, va spesso in difficoltà. Avrà tempo

Ivan Perisic: Da seconda punta ha poco spazio per le sue sgroppate e nell’uno contro uno gli manca il guizzo. Appannato, poco convinto e convincente nel nuovo ruolo

Roberto Gagliardini: Stesso discorso fatto per Skriniar. E’ ancora impacciato e macchinoso. E si nota ancora di più con due compagni già in palla come Brozovic e Sensi. E con un Barella che incombe si fa dura

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy