Strama a FCIN1908: “Cou, servono esami specifici. Silvestre…”

Strama a FCIN1908: “Cou, servono esami specifici. Silvestre…”

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

In sala stampa mister Stramaccioni ha analizzato con i giornalisti la vittoria dell’Inter contro il Partizan. FcInter1908.it, presente con i suoi inviati al Meazza, vi riporta le sue parole: 

MODULI – Se li ho cambiati in corsa? Ho cambiato una volta il modulo, prima c’era Cou che giocava a destra, appena si è fatto male ho passato Cambiasso in mezzo ed è rimasto così fino alla fine. Sono solo cambiati gli interpreti. Avevano quattro giocatori più il centravanti che gli dava superiorità nel pareggio. Quando abbiamo cercato di pareggiare la superiorità abbiamo giocato nella loro area alzando il baricentro. Volevo aiutare Jonathan, quando è entrato Zanetti abbiamo limitato i loro attacchi sulla destra e con la difesa schierata Markovic non è stato più pericoloso.

VITTORIA – Il messaggio principale è che c’è un gruppo unito. Abbiamo avuto difficoltà ma non ci siamo allungati. So che dobbiamo ancora da lavorare, siamo contenti, ma continuiamo su questa strada. 

ROSA – Non tutti possono essere al top in questo momento, c’è chi sta bene, io do fiducia anche a chi gioca meno che magari erano più contratti, ma hanno fatto buone prove. Jonathan era su Markovic che in campo aperto fa male a chiunque, sono contento del gruppo e non ho la sensazione che ci sia qualcuno indietro. C’è chi sta meglio, ma siamo alla ricerca della miglior condizione.

All’88ESIMO – Il Partizan ha cercato di fare la partita e ci ha messo in difficoltà. Siamo tornati in campo nel secondo tempo con un atteggiamento diverso e poi li abbiamo costretti a giocare nella loro porta e il risultato poteva finire con un altro punteggio. Handanovic onestamente ha dimostrato di essere un grande con una parata che vale un gol. Complimenti al Partizan e anche i miei ragazzi.

La nostra domanda al mister Come sta Coutinho, che sembrava molto ispirato e poi è stato costretto ad uscire? Cou era stato il nostro giocatore più pericoloso. Ha preso una botta alla caviglia, servono gli esami per dare una valutazione, ha preso una bella botta. Come valuto Silvestre? Non porterei l’attenzione su un singolo, ho visto una prestazione attenta, si può far sempre meglio, San Siro è esigente e abbiamo giocatori come Ranocchia che è uscito alla distanza e adesso sembra inamovibile. 

ESPERIENZA e… – con queste partite, superando le difficoltà si superano le situazioni più difficili. Anche oggi è stata una partita difficile, nel secondo tempo è entrata in campo una squadra diversa, abbiamo girato la partita e abbiamo tentato di vincerla. 

DIFESA – L’Inter è cresciuta e sono soddisfatto, ma c’è ancora da fare. Oggi cambiando tanto e qualcosina a livello di equilibri era da registrare. Stiamo crescendo con venti ventidue giocatori. Siamo la squadra che ha giocato di più e questo è importante. Continuiamo così contro il Bologna gara difficile e ci penseremo già da domani. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy