Icardi-Inter, guerra fredda: lui prende tempo, l’obiettivo è solo uno. Ritiro? Ci sono rischi

Icardi-Inter, guerra fredda: lui prende tempo, l’obiettivo è solo uno. Ritiro? Ci sono rischi

Il giocatore è partito con la moglie, dice di voler restare a Milano ma andrebbe volentieri alla Juventus

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano
Mauro Icardi e Wanda Nara sono partiti per le vacanze: hanno lasciato ieri Milano e hanno avvisato proprio tutti attraverso i soliti post sui social, meta: Giappone e Polinesia. Il giocatore nerazzurro e la moglie hanno ribadito di voler restare all’Inter e hanno dato appuntamento al primo giorno del ritiro. Il Corriere dello Sport parla di rapporti freddi con il club nerazzurro, ma in questa situazione è facile pensare che l’agente dell’argentino continuerà comunque a restare in contatto con Marotta, l’unico con cui sta avendo contatti e che gli ha comunicato come Conte non ritenga il marito parte del progetto interista. Ma lei insiste, si presenteranno in ritiro. Icardi e Wanda a San SiroNei giorni scorsi si è parlato proprio della possibilità che il giocatore non venga convocato per la preparazione in Svizzera, ma – spiega Guadagno nel suo articolo -ci sono state delle riflessioni in merito: “Una scelta del genere comporterebbe più rischi che vantaggi, non avendo solide argomentazioni. La rosa a disposizione di Conte, infatti, sarà già ridotta per l’assenza dei reduci da Coppa America, Coppa d’Africa ed Europeo Under 21. E, in ogni caso, al di là dei preparatori che ne seguirebbero gli allenamenti, Maurito non potrebbe essere l’unico giocatore della prima squadra ad essere lasciato a casa. Insomma, ci sarebbero gli elementi per prestare il fianco ad un contenzioso legale che, invece, l’Inter vuole evitare in tutti i modi”.
L’OBIETTIVO – Il tempo sarà essenziale in questa storia e vincerà chi meno si farà prendere dall’ansia di fare le cose in fretta. Pare che Wanda e Mauro abbiano in testa un solo obiettivo: “Lei parla più con Paratici che con Marotta e i bianconeri vogliono trascinare la vicenda il più a lungo possibile (fino a fine agosto?), con l’obiettivo di ottenere Icardi alle condizioni più vantaggiose”. A Sarri piace molto l’attaccante nerazzurro, a Marotta piace Dybala che però dice di voler restare a Torino. Servirà diverso tempo per capire quale sarà il futuro dell’argentino e si tratta di una guerra fredda, fatta di resistenza e capacità di tenere i nervi ben saldi. 
(Fonte: Corriere dello Sport)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy