Inter, Dzeko andrà in porto: ma il club non ha con chi trattare. Ma Conte lo vuole entro…

Inter, Dzeko andrà in porto: ma il club non ha con chi trattare. Ma Conte lo vuole entro…

Il bosniaco dovrebbe approdare presto in nerazzurro

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Tra partenze e arrivi sul mercato, una cosa è certa: Edin Dzeko è molto vicino all’Inter. Il bosniaco è un desiderio di Antonio Conte e, come si legge tra le pagine di Tuttosport, il suo approdo a Milano è quasi certo: “Difficile, oggi, ipotizzare che a trattativa fra Inter e Roma per l’ex bomber del Manchester City non vada in porto. Il problema attuale, però, è che il club nerazzurro non sa proprio con chi trattare l’attaccante bosniaco. Perché mentre a Milano è ormai questione di ore l’annuncio di Antonio Conte in panchina, nella Capitale sono ben Edin Dzeko applaude i compagnilontani da avere un quadro chiaro di quella che sarà la “squadra” della prossima stagione. Non si ancora chi sarà l’allenatore dopo i no dello stesso Conte e quello recente di Gasperini, ma non c’è neanche un direttore sportivo con cui parlare. Perché sì, il ruolo verrà ricoperto dall’attuale uomo mercato del Torino, Petrachi, ma la situazione non è ancora definita a causa dei contrasti col presidente Cairo. Pallotta e i suoi manager non hanno ancora chiarito quali compiti avrà Totti e dunque c’è una sorta di vuoto di potere ai vertici dirigenziali della Roma che, di fatto, blocca pure quelle operazioni che sembrano già indirizzate. Come l’addio di Dzeko, dato per scontato da tutti.

Conte avrebbe voluto Dzeko al Chelsea nel gennaio 2018, l’affare era concluso ma il no del bosniaco che non voleva lasciare la Roma a metà stagione fece svanire l’operazione. Adesso il matrimonio, con l’Inter, si farà. Il club giallorosso da tempo ha deciso di non rinnovare il contratto di Dzeko in scadenza nel 2020 e quindi questa sessione di mercato è l’ultima buona per la Roma per incassare qualcosa senza perdere il giocatore a zero fra sei mesi. Al momento c’è ancora distanza di valutazione: l’Inter non vorrebbe spendere più di 10-12 considerando il solo anno di contratto rimasto, l’età di Dzeko (33 anni) e l’ingaggio che farà risparmiare al club giallorosso (9 milioni lordi); la Roma nelle scorse settimane aveva fatto capire all’entourage del giocatore di non voler scendere sotto i 20. Quando la situazione dirigenziale nella Capitale sarà più chiara, si troverà l’intesa, magari inserendo come accaduto con Nainggolan l’anno scorso una contropartita. L’Inter vuole concludere l’operazione il prima possibile per avere Dzeko a disposizione per il primo giorno di ritiro a inizio luglio in quel di Lugano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy