Inter, la Champions è stata una miniera d’oro: ecco quanto ha fruttato. Il sacrificio di un big…

La partecipazione alla massima competizione europea è essenziale anche nella prossima stagione per fare un mercato importante

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

 

L’eliminazione in Champions è uno dei rimpianti più grossi di questa stagione. Poteva essere messa in conto quando sono state estratte le palline con le avversarie in estate, ma per come erano andate le cose manca quella vittoria con il PSV all’appello ed è stata pagata cara. La partecipazione alla Coppa tra incassi e premi per i risultati ottenuti ha portato nelle casse nerazzurre cinquanta mln ed è una cifra destinata a salire a fine anno “fra la seconda parte del market pool e quanto verrà incamerato dal percorso in Europa League”, spiega TS.

Una cifra che Marotta e Ausilio vogliono avere a disposizione anche l’anno prossimo e per questo la qualificazione in Champions è essenziale: si uscirà dal settlement agreement e si potrà dare vita ad operazioni importanti, come quella di Milinkovic appunto. Per arrivare al giocatore della Lazio servirebbe comunque una cessione importante. Perisic sembra arrivato alla fine della sua avventura in nerazzurro. Da monitorare Skriniar, l’Inter penserebbe alla cessione con un’offerta superiore agli ottanta mln di euro. Icardi? Se si cedesse lui servirebbe un altro attaccante di quella portata che sul mercato costa non poco: a quel punto difficilmente si arriverebbe a Milinkovic.

(Fonte: TS)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy