Inter, Marotta: “Conte top player, con lui daremo soddisfazioni ai tifosi. L’obiettivo è…”

Inter, Marotta: “Conte top player, con lui daremo soddisfazioni ai tifosi. L’obiettivo è…”

Così l’ad nerazzurro sul nuovo allenatore

di Redazione1908
marotta con antonello a lugano in conferenza stampa

Nella conferenza stampa tenuta a Lugano di presentazione del prossimo ritiro estivo dell’Inter, dall’8 al 14 luglio, Beppe Marotta, amministratore delegato sport dell’Inter, presente in compagnia di Alessandro Antonello, ha parlato anche dell’arrivo di Antonio Conte sulla panchina nerazzurra:

Conte in "azione" durante una parititaGrande è il valore economico dietro al campionato di serie A (pensate ai diritti tv venduti per un miliardo e mezzo), ma è soprattutto un fenomeno sociale e di aggregazione. Ci sono delle responsabilità che noi dirigenti abbiamo, fiducia che dobbiamo ripagare. Una società di calcio è un contenitore di emozioni: ci sono forti aspettative. Stiamo lavorando da dicembre per ricollocare un’orgogliosa società come l’Inter a livello nazionale ed europeo. Così inizia una stagione importante. Abbiamo trovato nella città Lugano un luogo per iniziare. Oggi siamo alla vigilia di questo evento in cui dobbiamo dimostrare di essere all’altezza. Mi ha stimolato il fatto che sono nato e cresciuto a Varese. Lugano la conosco bene, sono legato ai colori bianconeri del Lugano da quando ero ragazzino. Tanti i denominatori comuni: l’eccellenza che rappresentano Lugano e Milano, anche per la cultura sportiva che rappresentano. Per noi è un motivo di grande soddisfazione essere qua, sappiamo che siamo in debito nei confronti di tutti voi perché dobbiamo dimostrare adesso e soprattutto nel corso della stagione. Abbiamo acquisito un top player metaforico che è Antonio Conte: con lui inizieremo una nuova stagione e grazie alla sua competenza e alla società e all’inizio di questa stagione riusciremo a dare tante soddisfazioni ai tifosi e a voi che ci ospitate“.

Conte al ChelseaMarotta ha poi continuato: “Conte è un top player perché ha grandi qualità e ha sempre vinto in Italia e in Inghilterra. Valorriza il capitale umano che ha, non si vince solo con i top player ma con una struttura tecnica e manageriale. L’obiettivo è affidare le risorse tecniche ad un allenatore che ha le qualità per farlo. L’obiettivo dell’Inter di questa stagione sarà di alzare l’asticella, fare meglio di quanto fatto. Un passo in avanti. Non ci poniamo traguardi, l’impegno è dare il massimo. I risultati della squadra non possono prescindere da un’attenta valutazione di una forte società che li guida“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy