Napoli spaccato: nome per nome, ecco i 4 gruppi. Con riflessi sul mercato

Napoli spaccato: nome per nome, ecco i 4 gruppi. Con riflessi sul mercato

Caos totale al Napoli. Secondo la Gazzetta dello Sport, la squadra sarebbe divisa in 4 diversi gruppi

di Redazione1908

Il Napoli è spaccato, a Castel Volturno regna il caos e ormai nulla sembra in grado di ricomporre la frattura. E’ quanto scrive oggi la Gazzetta dello Sport, che divide la squadra in 4 gruppi.

I rivoltosi

Fanno capo a Lorenzo Insigne, colui che dovrebbe essere il capitano di tutti e che nemmeno la fascia è riuscito a responsabilizzare. La sua voce nello stanzone di Castel Volturno non incute timore, anzi quando l’ha fatto è stato messo a tacere dalla reazioni dei compagni. Con lui, ci sono Callejon e Mertens (ieri colpito da un attacco febbrile), entrambi a scadenza di contratto e che con il progetto futuro non avranno più nulla da spartire. Ed è questa condizione che li ha resi paladini della rivolta. A loro tre si sono aggiunti Koulibaly e Allan, che hanno qualcosa da far scontare a De Laurentiis che non li ha voluti cedere, impedendo loro di poter guadagnare qualche milione in più altrove.

I mediatori

Ci si trovano i vari Maksimovic, Karnezis, Fabian Ruiz, Manolas, Zielinski e Llorente, gente che ha poco da lamentarsi, che ha sempre avuto la fiducia del tecnico e che oggi vorrebbe adoperarsi per ricomporre i cocci.

Gli scontenti

Milik, Ghoulam e Mario Rui. Poi, ci sono Hysaj e Younes che Ancelotti considera a fasi alterne: avrebbero preferito andare via

I concilianti

Meret, Di Lorenzo, Luperto, Lozano, Gaetano e Ospina hanno così poco voce in capitolo che non hanno potuto azzardare nemmeno una reazione: i capi della rivolta li avrebbero rimbalzati all’istante.

(Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy