A Madrid invocano Icardi come l’uomo della rinascita. Inter tranquilla, ma la clausola…

I Blancos continuano a corteggiare l’attaccante nerazzurro

di Marco Macca, @macca_marco

In Spagna soffiano venti di rifondazione per il Real Madrid, che ha toccato contro la Real Sociedad uno dei punti più bassi della sua storia recente. In Castilla continuano a indicare Mauro Icardi, attaccante dell’Inter, come uno dei rinforzi necessari per poter puntare alla risalita a partire dalla prossima stagione. Dal canto suo, il club nerazzurro si sente tranquillo, anche perché la volontà è quella di rinnovare il contratto con l’argentino. Nel frattempo, però, continua a preoccupare quella clausola di 110 milioni di euro che in estate il Real potrebbe anche esercitare:

La rifondazione del Real Madrid invocata con sempre maggiore insistenza da critica e tifosi sembra avere un nome in particolare in grado di accontentare tutti, quello di Icardi. Per una squadra che, dopo aver perso Cristiano Ronaldo, non segna più come una volta, infatti, c’è bisogno più che mai di un vero bomber e, da questo punto di vista, Maurito è l’ideale. Certo, in mezzo c’è un ostacolo non di poco conto: l’Inter. Già perché dalle parti di corso Vittorio Emanuele la voglia di vedere il proprio capitano con un’altra maglia è pari allo zero. Pur solido, però, il muro nerazzurro non sembra indistruttibile. Se non altro perché, nel contratto di Icardi, c’è sempre quella famosa clausola di uscita da 110 milioni (valida fino al 15 luglio) che consente a qualsiasi club disposto a investire tale cifra di portarsi via il giocatore senza dover nemmeno parlare con l’Inter. Sempre che, ovviamente, il diretto interessato sia d’accordo. E il Real è l’unica squadra che Maurito, poco attratto dalla Premier, potrebbe prendere in considerazione al posto di quella nerazzurra“, scrive il Corriere dello Sport.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy