Barella, il nuovo top player dell’Inter: quei 50 milioni hanno oggi un valore diverso

Barella, il nuovo top player dell’Inter: quei 50 milioni hanno oggi un valore diverso

Il centrocampista sardo è diventato un elemento imprescindibile per i nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Nicolò Barella, Inter

Dopo essersi preso il centrocampo dell’Inter, Nicolò Barella ha conquistato definitivamente anche la Nazionale: il centrocampista nerazzurro ha confermato una volta di più il suo ottimo stato di forma, spazzando via tutti i dubbi legati alla valutazione datagli dal Cagliari questa estate, che fece storcere il naso a parecchi fra tifosi e addetti ai lavori. La realtà oggi è un’altra: Barella è il nuovo top player dell’Inter. Tuttosport analizza la sua crescita esponenziale.

LA SVOLTA – “Dopo due ingressi da subentrante con Lecce e Cagliari e 45 minuti negativi da titolare con l’Udinese (ammonito quasi subito, Conte lo sostituì all’intervallo), la storia di Barella con l’Inter è cambiata il 17 settembre, quando contro lo Slavia Praga a San Siro è subentrato a Brozovic a metà ripresa sul punteggio di 1-0 per i cechi. Nei minuti di recupero, Barella trovò con un destro al volo dal limite dell’area il gol del pareggio che, di fatto, tiene tuttora in vita l’Inter in questa Champions.

Da lì Barella ha cambiato marcia, si è preso la maglia da titolare e non l’ha più mollata, se non per turnover il 28 settembre con la Sampdoria prima della trasferta al Camp Nou. Dal 17 settembre in poi, Barella in tredici apparizioni ha messo insieme assist (2 con Milan e Sassuolo) e un altro gol bellissimo e decisivo col Verona prima della sosta“.

INVESTIMENTO – “Oggi, a distanza di quattro mesi dal suo acquisto, si può serenamente affermare che il top player a centrocampo l’Inter lo ha già acquisto: oggi i quasi 50 milioni di valutazione totale data a Barella hanno un valore diverso e il rendimento recente del centrocampista anche con la nazionale parla chiaro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy