CorSera – Icardi, non solo il contratto. L’Inter deve costruirgli attorno un progetto tecnico

L’attaccante dell’Inter è a secco da 4 giornate e riceve pochi palloni

di Andrea Della Sala, @dellas8427

In casa Inter si parla da tempo del rinnovo di Mauro Icardi. Le parti ancora non si sono incontrate e non c’è ancora un accordo per adeguare e prolungare il contratto del capitano nerazzurro. Il contratto, però, non è l’unica cosa da chiarire: serve un progetto definito attorno a un attaccante in grado di segnare con la maglia dell’Inter 121 gol.

Secondo il Corriere della Sera “Il capitano si è trasformato da centravanti puro ed egoista in un attaccante totale, di quelli che piacciono agli allenatori e giocano a tuttocampo, mettendosi al servizio della squadra, come dimostrano i 9,83 chilometri macinati in media a partita. Icardi però vive da solo l’area di rigore, l’Inter non lo accompagna né lo favorisce e, più di tutto, non riesce a trovare un’alternativa ai suoi gol. L’argentino contro il Sassuolo ha giocato la miseria di 16 palloni. Non è la prima volta, era già accaduto nel derby di ottobre con il Milan, ma lì aveva segnato il gol vittoria. Avere il bomber più letale del campionato e non riuscire a servirlo in modo appropriato è il grande limite dell’Inter”.

“Avendo un attaccante così e volendo (giustamente) rinnovargli il contratto, bisogna cucirgli attorno un adeguato progetto tecnico. Rispetto alla stagione passata i gol di Icardi in campionato si sono dimezzati: dalle 18 reti in 20 partite realizzate un anno fa è passato alle 9 in 17 gare di ora. Non segna da quattro giornate, ma un periodo no è fisiologico. Allarmante però è che l’ultima rete in serie A su azione, non da palla inattiva, risalga al 29 ottobre contro la Lazio. Poi due rigori, contro Atalanta e Udinese e, in mezzo la marcatura di Roma su colpo di testa da calcio d’angolo. L’Inter non riesce a curare il mal di gol, appena 4 nelle ultime cinque partite, e Icardi balla solo. Perisic dalla fascia offre scarso supporto, Politano qualcosa meglio. Spalletti non ha fin qui mai promosso la coppa Icardi-Lautaro Martinez, provata in Coppa Italia con il Beneventoebocciata nei giudizi. Il futuro di Maurito sulla carta si scriverà forse in settimana, in campo invece bisogna capire quale strada vorrà prendere l’Inter”, prosegue il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy