Da Inzaghi a Benitez e Mourinho: nessuna gioia anche per gli ex tecnici di Inter e Milan

Da Inzaghi a Benitez e Mourinho: nessuna gioia anche per gli ex tecnici di Inter e Milan

Brutta stagione anche per gli ex allenatori di Inter e Milan

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Mourinho e Benitez

Se per Inter e Milan non è stata una stagione positiva, ma tutto dipenderà dall’ultima decisiva giornata di campionato; lo stesso vale per gli ex tecnici delle due squadre di Milano che non hanno di certo vissuto un bel periodo.

“Sarà un caso, sarà il disegno di un destino malevolo: ma se le milanesi non se la sono passata benissimo in questa stagione, un bel gruppo di ex tecnici si è adeguato. Con eccezioni: Gasperini (ex Inter) e la sua Atalanta e il bel finale di Mihajlovic (ex Milan). Ecco, dici Bologna e pensi a Pippo Inzaghi (ex Milan) finito gambe all’aria. Mentre Gasperini, panchina d’oro del gruppo, ha toppato appena l’Atalanta è stata accostata all’Ajax: sono caduti i lancieri in Champions e la loro copia nostrana in coppa Italia. Non si può essere perfetti. Ora non vogliamo dire che allenare a Milano porti male, una volta abbandonata la panca, però dal top al flop il passo è breve. Tanto per citare: Rafa Benitez è sempre un allenatore in bilico, dovunque vada. Quest’anno Mourinho non ha fatto in tempo a chiudere la stagione inglese. Se poi tornasse in Italia, leggi Torino, sarebbe da colpo (mediatico) del decennio. E Allegri (ex Milan) sorriderebbe amaro: la Juve in mano a un (ex) nemico di Cristiano Ronaldo, mentre lui ne è stato allontanato, dopo aver vinto lo scudetto, per non essere riuscito a portare CR7, non tanto la Juve, in semifinale di Champions. Roba da lacrima sul viso. Benchè altri abbiano da piangere sul serio: che dire di Stefano Pioli (ex Inter) e Montella (ex Milan) abbarbicati alla zattera fiorentina? Pioli ha chiuso anzitempo, Montella non ha ancora vinto un incontro, rischia la serie B, dopo un passaggio a vuoto in Spagna, e si è preso due giornate di squalifica per la sceneggiata di domenica, tra insulti all’arbitro e il pugno che ha steso un cartellone e ferito uno steward. Naturalmente non stiamo a discutere sul valore dei tecnici. Carlo Ancelotti (ex Milan) non ha conquistato Napoli. Mazzarri (ex Inter) ha buttato via l’ultima occasione per una stagione luccicante. Non parliamo di De Boer (ex Inter). Leonardo (ex Milan e Inter) è in tensione con la proprietà rossonera. Invece Cristian Brocchi (ex Milan) sta arrancando per mantenere la promessa di miglior lignaggio fatta al Monza. Resta Roberto Mancini (ex Inter) ct della nazionale. Per ora ha salvato la faccia. Ma non ci starebbe male un santino (o la boccetta dell’acqua santa) in tasca”, analizza il Giornale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy