Damascelli: “Spalletti paranoico, ma non è Guardiola. E l’Inter non è né il Real né la Juve”

La dura opinione del giornalista sul momento nerazzurro

di Marco Macca, @macca_marco

Dalle righe de Il Giornale, arriva la dura critica del giornalista Tony Damascelli all’Inter e al momento difficile che tutto l’ambiente nerazzurro sta vivendo in queste settimane, soprattutto in seguito allo scoppio del caso Icardi, che ha vissuto una nuova puntata domenica sera dopo le parole di Luciano Spalletti nel post partita:

Luciano Spalletti riesce ad avere torto anche quando ha ragione. E la colpa è sua e non dei fantasmi, delle ombre, dei nemici che lui si inventa e presume di vedere e affrontare ogni secondo. Sulla vicenda Icardi dice parole sincere ma il suo pensiero viene intossicato da quella paranoia che lo accompagna da sempre e che non lo aiuta nella comunicazione e nei rapporti con alcune figure dello spogliatoio (…). La società, finora, che peso ha avuto? Si è fatta superare sempre e comunque, ha finto di affrontare e condannare le bizzarrie di alcuni tesserati, ha accettato che un terzo, l’avvocato Nicoletti, si prestasse a conciliare la vicenda Icardi, ha permesso a Spalletti ogni tipo di dichiarazione, non ha mai avuto il coraggio di intervenire definitivamente. L’Inter gioca domani sera al Ferraris contro il Genoa, Icardi sarà convocato, dunque sarà a disposizione e la commedia proseguirà, con gli stessi fantasmi e gli stessi capricci di prima. Stando a Spalletti l’argentino non è né Ronaldo, né Messi. Ma anche Spalletti non è né Guardiola, né Zidane. E l’Inter non è il Barcellona e nemmeno il Real o la Juventus“, le parole del giornalista.

(Fonte: Il Giornale)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. antonio - 2 anni fa

    Difficile dare torto …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy