Inter, la mano di Conte c’è e si vede. E il tecnico ha in mente un piano diabolico

Inter, la mano di Conte c’è e si vede. E il tecnico ha in mente un piano diabolico

Esordio vincente sulla panchina nerazzurra per l’ex ct della Nazionale

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Antonio Conte, Inter-Lecce

Comincia alla grande l’avventura in campionato dell’Inter di Antonio Conte, che vince 4-0 a San Siro contro il Lecce. La mano del nuovo tecnico c’è e si vede, come sottolinea il  Corriere dello Sport: “Se la Juve non sembra ancora la Juve di Sarri, l’Inter è già l’Inter di Conte. Cattiva, spietata, affamata, concreta: è vero, il Lecce – troppo fragile – non poteva rappresentare il test della verità, ma questo 4-0 ha un senso e una logica. Sta nascendo un’antagonista che la Signora, fino a maggio, non aveva: c’era solo il Napoli, splendido e divertente ma mai troppo convinto di se stesso, adesso c’è questo doppio colosso nerazzurro (Inter e Lukaku) in grado di spaventare i padroni degli ultimi otto campionati. E ancora deve arrivare un talento come Sanchez, in grado di integrarsi con la velocità di Lautaro e la forza di Romelu: l’altro fuoriclasse, naturalmente, è proprio Conte, capace di esultare al quarto gol con la stesssa rabbia esibita dopo il primo, cinque anni dopo la sua ultima panchina in serie A. Ha costruito lui la grande Juve, ora la vuole annientare: un piano diabolico“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy