Inter, con il Verona serata da record: Conte ne eguaglia uno e ne stabilisce un altro

Inter, con il Verona serata da record: Conte ne eguaglia uno e ne stabilisce un altro

Meritatissima la vittoria dei nerazzurri con i veneti

di Marco Astori, @MarcoAstori_
Conte esulta

“Un Barella in soccorso di Conte sull’orlo di una crisi di nervi dopo la notte amara di Champions”. Apre così l’analisi de Il Giornale in merito alla vittoria di ieri sera dell’Inter ai danni del Verona grazie ai gol in rimonta dell’ex Cagliari e di Matias Vecino. “Il preciso tiro a girare del centrocampista nerazzurro sigla il lieto fine di una gara che stava diventando stregata. Una gara dominata nella quale rischiava di non bastare il numero di tiri (38) effettuati dai nerazzurri, diciassette dei quali nel primo tempo – nuovo record stagionale di tiri nei Top 5 campionati europei –. Lukaku e Lautaro per una sera hanno le polveri bagnate: uno impreciso e pigro, l’altro senza grandi possibilità procurate di concludere verso la porta.

Brozovic si ferma sulla traversa, l’orologio dell’arbitro Valeri segnala come il portiere Silvestri blocchi la conclusione diVecino prima che superi completamente la linea di porta. E se il Verona si difende all’antica, uomo contro uomo a tutto campo e in modo essenziale, l’Inter attacca in maniera tambureggiante anche se non sempre lucida. Il dominio è assoluto, la squadra staziona costantemente nella metà campo avversaria rischiando qualche ripartenza. Ma ribalta il risultato con i gol dei suoi centrocampisti, la generosità e il carattere. Con Conte che eguaglia anche il record di Gigi Simoni che nella stagione 1997/98 mandò sempre in rete l’Inter nelle prime dodici gare del campionato“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy