Coronavirus, Rugani aveva febbre. Tutta la Juve al J Hotel, tamponi per tutti i giocatori

Coronavirus, Rugani aveva febbre. Tutta la Juve al J Hotel, tamponi per tutti i giocatori

Il difensore della Juve aveva qualche linea di febbre e si è deciso di sottoporlo al test, poi risultato positivo

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Ieri sera la Juventus ha comunicato che il difensore Daniele Rugani è positivo. Sono subito scattate le misure di sicurezza, sia la squadra juventina che l’Inter (l’ultima ad aver affrontato i bianconeri) sono state messe in isolamento. Il difensore della Juve aveva qualche linea di febbre e la Juve ha deciso di sottoporlo al tampone, poi risultato positivo.

Come riporta Gazzetta.it “Il giocatore è stato messo subito in isolamento alla Continassa, dove resterà per 14 giorni. La stessa sorte toccherà a tutti i suoi compagni di squadra e non solo: la società è già al lavoro per stabilire chi ha avuto contatti con il difensore. Alcuni giocatori (tra cui Bernardeschi, che lo aveva annunciato ieri sui social), avevano già scelto volontariamente di stare lontani dalla famiglia e di trasferirsi al J Hotel, la struttura attaccata al centro sportivo bianconero dove la squadra di solito va in ritiro. Adesso si ritroveranno tutti lì”.

Tutti i giocatori della Juve verranno sottoposti al tampone, così come lo staff e chi lavora a stretto contatto coi calciatori. Quarantena per chiunque abbia avuto un contatto ravvicinato superiore ai 15 minuti. “Agli altri giocatori verrà fatto il test nel giro di 4-5 giorni. A questo punto non è escluso che ci siano altri casi, considerate le caratteristiche di propagazione del virus e i contatti, inevitabili e frequenti, che ci sono in uno sport come il calcio”.

Coronavirus, da Inter e Suning 300.000 mascherine. Zhang: “Aiuteremo l’Italia ancora di più”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy