L’ideatore del Premio Gentleman: “Pronti al 25esimo anno. Zanetti un esempio per tutti”

L’ideatore del Premio Gentleman: “Pronti al 25esimo anno. Zanetti un esempio per tutti”

Aloisi ha parlato del noto riconoscimento sportivo che premia chi si distingue per il fair play dentro e fuori dal campo

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Il premio Gentleman l’anno prossimo compie 25 anni e uno dei due ideatori, Federico Alosi, del riconoscimento che lega sport, passione e fair play, ha parlato con TuttoSport e ha sottolineato: «Abbiamo pensato ad un premio speciale per chi è un signore dentro e fuori dal campo e arrivare ai 25 anni è un sogno. Penso che il Premio Gentleman rappresenti un piccolo faro nello sport: dà attenzione e mette per una sera in risalto gli atteggiamenti positivi e il bello dello sport. Anche contro il razzismo: abbiamo premiato Boateng in passato e quest’anno abbiamo dato dei riconoscimenti all’Inter per la campagna Buu e al Milan per la campagna sul rispetto per l’avversario con Romagnoli protagonista. Zanetti lo ha vinto 14 volte ed è stato per questo nominato presidente onorario del Premio ed è anche uno dei pochi ad aver ricevuto il Gentleman di Platino con Del Piero e Baggio. Javier  è arrivato nel 1996 a Milano e siamo cresciuti insieme sotto tutti gli aspetti, sia sportivi che di amicizia che ci lega a lui e alla sua Fondazione Pupi. Ha tracciato un percorso e un esempio per tutti. E ora si è reso disponibile per un grande convegno sul fair-play. Il sogno però è riunire tutti i gentleman in una partita a scopo benefico a San Siro». 

(Fonte: TS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy