Miangue: “Se de Boer fosse rimasto all’Inter la mia carriera sarebbe stata diversa”

Il terzino belga ritorna sulla sua esperienza in nerazzurro

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Dopo un esordio incoraggiante con la prima squadra dell’Inter a meno di 20 anni, la carriera di Senna Miangue ha preso una strada diversa: prima il passaggio al Cagliari, poi il ritorno in Belgio, allo Standard Liegi. Intervistato dal quotidiano belga La Dernière Heure, il difensore classe ’97 ha raccontato: “Se Frank de Boer fosse rimasto all’Inter la mia carriera sarebbe stata diversa, ma ormai è un cosa che appartiene al passato, fa parte della vita, del calcio. So che de Boer ha fatto il mio nome all’Ajax, ma non mi ha contattato quando andò al Crystal Palace. Il ritorno in Belgio? Non sono tornato pensando che sarebbe stato facile trovare spazio allo Standard Liegi, non fa parte della mia mentalità. Certo, voglio giocare, ma sono paziente e sto solo cercando di allenarmi bene. Non è difficile giocare in stadi più piccoli che in Italia perché, per me, tutti i campi sono uguali. Ok, è impressionante giocare a San Siro ma, francamente, non presto molta attenzione a queste cose. Penso che i tifosi dello Standard siano molto simili a quelli del Cagliari perché supportano la loro squadra dal primo all’ultimo secondo, mentre all’Inter possono essere abbastanza calmi durante un incontro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy