Rapid, Knasmüllern: “E’ un vantaggio per noi se l’Inter ci sottovaluta. Proveremo a…”

Rapid, Knasmüllern: “E’ un vantaggio per noi se l’Inter ci sottovaluta. Proveremo a…”

Le parole del trequartista del Rapid Vienna

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it, il trequartista del Rapid Vienna Cristoph Knasmüllern ha parlato così in vista della sfida contro l’Inter di domani.

Christoph, domani vi fa visita l’Inter. Come si sta preparando il Rapid al match?
“Con grande entusiasmo, per noi è una sfida emozionante visto che l’Inter è uno dei migliori club d’Italia. È un appuntamento importante per il Rapid, non è cosa da tutti i giorni affrontare una squadra di questo livello. Forse il fatto che ci stiano sottovalutando può diventare un vantaggio per noi”.

Di fatto, sei un ex: nel 2011 hai giocato nella Primavera nerazzurra…
“Avevo solo 18 anni, forse era un grande passo fatto troppo presto per me. D’altro canto, è andata così ed è stata comunque una grande esperienza, tutto sommato: sono una persona che preferisce sempre guardare avanti. Milano è una città fantastica e mi è piaciuto tantissimo viverci, sono stato bene ed ho avuto l’opportunità di allenarmi con calciatori del calibro di Sneijder, Eto’o e tanti altri”.

In che modo proverete a rendere la vita difficile all’Inter?
“Abbiamo una squadra con tanta qualità un grande spirito che ci spinge a raggiungere ogni traguardo se lavoriamo duro. Con l’aiuto dei nostri tifosi tutto è possibile”.

Siete reduci da una lunga sosta invernale. È uno svantaggio o lo stop vi aiuta?
“Credo che siamo migliorati tantissimo durante le ultime settimane, rispetto all’anno scorso. Stiamo facendo un passo avanti e abbiamo voglia di sorprendere”.

Che atmosfera dobbiamo aspettarci all’Allianz Stadion?
“Come ho già detto, per noi è una sfida speciale, teniamo tanto all’Europa League, che ci permette di incontrare calciatori fantastici. L’atmosfera sarà esplosiva, lo stadio è sold out da settimane e i nostri tifosi sono famosi in tutta Europa per il loro grande supporto. Ci spingerà tantissimo”.

Giocherete poi a San Siro, quello che poteva essere il tuo stadio.
“Una vera cattedrale del calcio e un grande posto da vivere per un calciatore. Devo essere onesto: non ci ho mai giocato con la prima squadra nerazurra, quindi per me sarà come un esordio (ride, ndr)”.

Segui ancora il campionato italiano?
“Si, i big match li vedo tutti con grande interesse. Mi piace la Juventus, ma preferisco l’Inter, ovviamente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy