Sandro Mazzola ricorda il papà Valentino: “Era un giocatore moderno. E mio nipote…”

In occasione dei festeggiamenti allo stadio Filadelfia del centenario della nascita del capitano del Grande Toro, arrivano le parole dell’ex attaccante dell’Inter

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Allo stadio Filadelfia di Torino si ricorda Valentino Mazzola in occasione del centenario della sua nascita e Sandro Mazzola, suo figlio ed ex calciatore nerazzurro (e se niente mai succede per caso domani si gioca Torino-Inter.nr), lo ha ricordato ai microfoni di Skysport:

-Tu Sandro, sei stato emblema della grande Inter, della classe e della tecnica, lui che giocatore era? 

Giocava col 10 ma sapeva fare tutto. Ricordo quelle poche volte in cui il Toro prendeva gol, andava al centrocampo diceva a tutti ora cominciamo a giocare e massacravano gli avversari. 

-Diverso per modernità? 

Lui era diverso perché subito partiva, scambiava, da mezzala andava anche a fare gol, fece anche il capocannoniere un anno. 

-Giornata particolare anche per un tuo nipotino? 

Lui si chiama Valentino. E’ l’unico dei nipoti che gioca a calcio e che ha quel nome lì. Ha l’istinto del giocatore, qualunque cosa la calcia, anche un sasso. 

(fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy