Si avvera il sogno del bimbo scozzese: vedrà Inter-Sassuolo. Bussetti: “Lo abbiamo adottato”

Era costretto a rimanere tutti gli altri tifosi nerazzurri che rimarranno fuori per la decisione del giudice sportivo, ma Max è stato aggregato ad una scuola calcio

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Si era parlato nei giorni scorsi del giovane Max Donaghey, un bimbo che per i suoi dodici anni aveva avuto in regalo il biglietto per Inter-Sassuolo. Non poteva entrare come tutti gli altri tifosi che sono rimasti fuori nonostante biglietti acquistati e abbonamenti perché il giudice sportivo, dopo quanto successo con i cori razzisti a Koulibaly, ha tolto a tutti i tifosi nerazzurri la possibilità di esserci per due partite (e per una terza partita mancherà ancora la Curva Nord). Ma alla fine, dopo l’appello di papà Ross, è stato deciso che il ragazzino sarà aggregato a una scuola e sarà uno degli 11 mila spettatori di Inter-Sassuolo: tra alunni e accompagnatori, tesserati Csi e scuole calcio Inter.

E di questa storia si è interessato il ministro Bussetti: «Abbiamo letto la storia sulla Gazzetta e ci siamo subito adoperati. Siamo riusciti — e per questo ringrazio anche l’Inter e la federazione — ad aggregarlo a una scuola. È come se lo avessimo adottato (ride, ndr). Diciamo che il Ministero dell’Istruzione e la Gazzetta sono riusciti a portare a buon fine il lavoro fatto dal papà per vedere felice il suo bambino».

(Fonte: La Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy