Sputo Douglas Costa, De Zerbi: “Nessun insulto razzista, si fa passare vittima per provocatore”

Il tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi, difende Federico Di Francesco dagli attacchi social

di Redazione1908

“Di Francesco e’ un ragazzo esemplare, metto la mano sul fuoco per Federico, mi hanno dato fastidio certe polemiche”. Cosi’ il tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi, su quanto accaduto domenica scorsa allo Juventus Stadium con Douglas Costa che ha sputato al suo giocatore.

“L’ho visto un po’ turbato e da’ fastidio che gli vengano messe cose in bocca che non ha detto, gli credo e sono pronto a mettere le mani sul fuoco per lui – ha proseguito De Zerbi in conferenza stampa, alla vigilia del match di domani sera contro l’Empoli -. Sono cose che devono risolvere i giocatori in campo, non mi va neanche di puntare il dito contro Douglas Costa, sono cose che non dovrebbero succedere, lo juventino ha sbagliato ed e’ inutile risaltare troppo l’errore.

Pero’ far passare per provocatore un mio giocatore, un ragazzo esemplare e che tutti vorrebbero avere nella propria squadra anzitutto come persona, mi fa arrabbiare pesantemente. Io, per esempio, non sarei stato bravo come Federico e avrei reagito – conclude De Zerbi riferendosi allo sputo -. E’ giusto tenere i toni pacati ma non si puo’ fare passare una vittima per provocatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy