GdS – Inter, il primo sponsor di Cavani è Conte: il retroscena legato a Lukaku e i tre tentativi…

Il tecnico nerazzurro è un grande estimatore dell’attaccante uruguaiano e ci prova per la quarta volta a portarlo nella sua rosa

di Alessandro De Felice, @aledefelice24
Edinson Cavani, PSG

Antonio Conte ci prova per la quarta volta. L’allenatore dell’Inter non ha mai nascosto la sua passione per Edinson Cavani, con la dirigenza nerazzurra che valuta eccome la proposta dell’entourage dell’attaccante uruguaiano. L’ex Napoli ha il contratto in scadenza a fine stagione con il Paris Saint-Germain e si è offerto al club nerazzurro.

La Gazzetta dello Sport rivela che Marotta e Ausilio sondarono già la scorsa estate la pista Cavani, quando Lukaku rischiava di sfumare per l’inserimento della Juventus. Il ‘Matador’ decide di non lasciare Parigi e forzare la mano. Per quanto riguarda Conte, invece, i tentativi risalgono prima a quando l’allenatore leccese era alla Juve e l’uruguaiano a Napoli, e poi al Chelsea con il classe 1987 già al PSG.

“Antonio piomba sul Matador per la prima volta nella primavera 2012. La dirigenza bianconera (Marotta e Paratici) mette sul piatto Matri e 15 milioni. De Laurentiis dice di no: aspettava «un’offerta folle», finisce per alzare un muro davanti al suo gioiello e rivestirlo da nemico numero uno della Juve. […] Antonio, poi diventato c.t. dell’Italia, torna a bomba sul Matador appena firmato con il Chelsea, nell’aprile 2016. A luglio, incontra Abramovich e alza la voce chiedendogli 5 acquisti top. Tra questi c’è Cavani, ma l’offerta da 50 milioni viene respinta dal Paris Saint Germain. Tutto finito? Niente affatto, perché a cavallo tra luglio e agosto scorsi, quando Conte è ancora in cerca dell’attaccante che prenda il posto di Icardi, Marotta pensa anche a Cavani: Lukaku sembra prendere la strada di Torino, l’insofferenza di Antonio cresce ogni giorno di più e l’Inter mette sul piatto un ingaggio di 9 milioni e un futuro in Cina. Ma alla fine Edinson non fa la guerra agli sceicchi. E per fortuna di Antonio Lukaku sceglie l’Inter“.

Questa volta lo scenario è cambiato. Cavani ha il contratto in scadenza e l’Inter è a caccia del sostituto di Sanchez. L’ostacolo resta l’ingaggio di 12,5 milioni a stagione percepito dall’uruguaiano, cifra fuori dalla portata del club nerazzurro, mentre per non c’è nessun dubbio sull’ok di Antonio Conte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy