FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Il metodo Conte funziona: ecco come l’Inter ha conquistato il primato

Getty Images

I nerazzurri hanno concluso l'inseguimento sul Milan e si sono presi il primo posto in classifica sfruttando al massimo le proprie armi

Fabio Alampi

La lunga rincorsa dell'Inter al primo posto si è conclusa domenica sera, con il successo sulla Lazio e il conseguente sorpasso sul Milan. Tuttosport elogia i meriti di Antonio Conte, evidenziando i tratti distintivi dei nerazzurri: "L'Inter corre più di tutti, crossa più di tutti e segna più di tutti, mentre il possesso palla lo lascia volentieri agli avversari. Le statistiche della Lega Serie A sul campionato danno un'accurata radiografia della capolista, una squadra che rappresenta il compendio della dottrina Conte, a partire dal sistema di gioco (tornato il 3-5-2 classico) fino al centravanti boa (ovvero Romelu Lukaku) che permette alla squadra di risalire la corrente e, soprattutto, di rendere mortifere le ripartenze".

 Getty Images

Possesso palla e copertura degli spazi

"L'Inter la palla la lascia volentieri agli avversari (4° posto in classifica per possesso, dietro a Juve, Napoli e Sassuolo) ma che ha nel pressing e nelle ripartenze i suoi tratti di eccellenza, oltre a un'invidiabile copertura degli spazi sul terreno di gioco (nessuno in campionato percorre più chilometri di media a partita, mentre Marcelo Brozovic - non poteva essere altrimenti -, con 11.739 km di media a partita è il maratoneta del campionato)".

 Getty Images

Ricerca e sfruttamento delle fasce

"Altro Oscar che si è messo sul caminetto l'ex ct, è quello legato alla ricerca costante di pericolosità attraverso il gioco degli esterni. L'argomento, è sempre stato un nervo scoperto per Marotta sul mercato: nel gennaio del 2020 Conte gli aveva chiesto Ashley Young e Victor Moses ma l'obiettivo era ritrovare all'Inter Marcos Alonso, mentre nell'ultima sessione estiva l'investimento più importante è stato fatto su Achraf Hakimi (pagato 45 milioni al Real Madrid) e Conte avrebbe volentieri preso pure uno specialista a sinistra (Emerson Palmieri, oltre al solito Alonso i papabili) e invece si è dovuto accontentare di adattare Ivan Perisic nel ruolo. L'Inter in campionato ha fatto 142 cross utili, un'enormità se si considera che la prima alle sue spalle è la Fiorentina con 110. Segno della ricerca costante delle fasce per scardinare le difese avversarie".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso