GdS – Il calcio mondiale riscrive il calendario: la rivoluzione del pallone passa per cinque punti

GdS – Il calcio mondiale riscrive il calendario: la rivoluzione del pallone passa per cinque punti

La Rosea analizza la possibilità di cambiare la disputa di alcune competizioni per poter rimediare allo stop per l’emergenza Coronavirus

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Il calcio riscrive il calendario, almeno fino ai Mondiali in Qatar del 2022. È quanto sostiene La Gazzetta dello Sport, che spiega come cambierà l’agenda internazionale.

Il Mondiale per Club si giocherà ogni quattro anni, a partire dal 2021, nella seconda metà di luglio, e vedrà protagoniste 24 squadra, di cui 8 europee con le vincenti delle ultime 4 Champions League ed Europa League.

Per quanto riguarda la Nations League, “l’idea era far giocare le stesse 10 partite di qualificazioni, gruppi di Nations e residue amichevoli in soli tre periodi (a marzo 3 partite, a settembre altre 3, tra fine ottobre e inizio novembre 4), cancellando giugno“.

Per la Rosea, la rivoluzione passa per cinque punti: “1) ridurre i campionati a 18 squadre (che sia l’ora di un ordine?); 2) non pensare a una Champions oltre le 17 partite; 3) ridurre qualche playoff tra nazionali; 4) non ingrandire più Europei (24 finaliste) e Mondiali (48); 5) non inventarne nuovi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy