Coronavirus, De Boer: “Negli Stati Uniti il peggio deve ancora venire. Ai nostri giocatori…”

Coronavirus, De Boer: “Negli Stati Uniti il peggio deve ancora venire. Ai nostri giocatori…”

L’allenatore parla della difficile situazione negli Stati Uniti

di Gianni Pampinella

Il numero di persone contagiate dal coronavirus negli Stati Uniti sta aumentando rapidamente. Dopo l’Italia e la Cina, gli Stati Uniti sono il paese più colpito. Frank de Boer non nasconde la sua preoccupazione per una situazione che ogni giorno si fa sempre più allarmante: “In Georgia la situazione non è troppo grave, ma anche qui il numero di contagi è in aumento. New York è lo stato con il maggior numero di contagi e il maggior numero di morti. Il governatore di quello stato (Andrew Cuomo, ndr.) si è lamentato in TV della mancanza di letti e ventilatori. Il picco sarà più alto di quanto si pensasse. Il peggio deve ancora venire“, racconta l’allenatore degli Atlanta United.

CYCLETTE E FACETIME – “Ai nostri giocatori è stato dato un programma per mantenersi in forma. Il club ha anche consegnato le cyclette a casa loro in modo che possano continuare ad allenarsi. Uso Facetime con loro per chiedere come va“.

(Telegraaf)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy