GdS – Icardi sparito dai radar. Tuchel lo ha messo in disparte, Kean avanti a lui nelle gerarchie

Dopo aver iniziato la sua avventura francese al meglio, nell’ultimo periodo è scivolato nelle gerarchie di Tuchel, sorpassato anche da Kean

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Mauro Icardi non vive certo il suo miglior momento nel Psg. Dopo aver iniziato la sua avventura francese al meglio, nell’ultimo periodo è scivolato nelle gerarchie di Tuchel, sorpassato anche da Kean.

“A fine maggio, i 50 milioni di euro versati dal Psg per strappare Icardi definitivamente al club nerazzurro, sembravano però un vero affare. Anche perché inizialmente la clausola concordata d’estate prevedeva il versamento di venti milioni in più. E poi l’argentino sfoggiava un bilancio di tutto rispetto, almeno a prima vista: 20 gol in 33 presenze, non contando i quarti di Champions giocati ad agosto”, spiega Gazzetta.it.

Poi qualcosa si è rotto nel rapporto col tecnico, anche dopo la festa di compleanno di marzo alla quale parteciparono parecchi componenti della squadra. Panchina nel finale di stagione della in Champions, la positività al virus, poi il ritorno in campo nella nuova stagione il 16 settembre, il 27 l’ex capitano dell’Inter si sblocca siglando una doppietta al Reims. “Il 4 ottobre, il Psg ha ufficializzato il prestito di Moise Kean, che si è preso la vecchia 18 di Icardi, e sono cambiate le prospettive. Anche perché poco dopo, l’ex nerazzurro si è pure infortunato, in allenamento: lesione del legamento laterale del ginocchio destro, con un’indisponibilità di almeno un mese. Un’assenza che l’ex bianconero ha sfruttato al meglio, proprio come a suo tempo Icardi con Cavani: segnando a raffica”.

“In questi ultimi giorni, molti giocatori del Psg sono stati convocati dalle rispettive nazionali. Non Icardi che, nonostante il cambio di maglia e di vita, non è riuscito a farsi spazio nell’Argentina del c.t. Scaloni. L’ex leader dell’Inter comunque sta seguendo il programma di recupero e dovrebbe riprendere in settimana gli allenamenti individuali e quelli collettivi con chi è rimasto a Parigi. Ma con l’obiettivo di tornare in campo per ristabilire le gerarchie nell’attacco dei vice-campioni d’Europa”, chiude Gazzetta.it.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy