Kjaer: “Cosa succede a Eriksen? Ricorda la mia situazione con Gasperini a Bergamo. A volte…”

Il difensore del Milan ha parlato a La Gazzetta dello Sport delle difficoltà di Eriksen in nerazzurro

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Nel corso di un’ampia intervista concessa a La Gazzetta dello Sport, il difensore del Milan Simon Kjaer ha parlato così di ciò che sta accadendo ad Eriksen con l’Inter:

«Siamo molto amici, ci sentiamo ogni settimana e appena possiamo ci vediamo. Mi ricorda la mia situazione a Bergamo: a volte le idee e i metodi di un tecnico vanno benissimo per te, a volte meno. So che non mollerà».

Lei è tornato in A a 8 anni dall’ultima volta. È cambiata?

«Si gioca un calcio più dinamico, diretto, offensivo. E la differenza tra le big e le cosiddette piccole si è molto ridotta: oggi non puoi permetterti di giocare all’80% e portare a casa la partita. Mi piacciono il Sassuolo, sempre propositivo, l’Atalanta, intensa e aggressiva, e il Verona: gioca uomo a uomo, corre, ti fa sudare, lo avete visto…».

L’attaccante più ostico?

«Dipende dalla partita. L’Inter ad esempio ha due grandi punte ma per caratteristiche Lautaro mi ha messo più in difficoltà di Lukaku, più mobile, più imprevedibile. E poi c’è sempre Ronaldo: in area è quasi immarcabile».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy