Dalla Lega lettera a governo, Figc e Uefa: dal Totocalcio 2.0 ai pagamenti posticipati. Le richieste

Dalla Lega lettera a governo, Figc e Uefa: dal Totocalcio 2.0 ai pagamenti posticipati. Le richieste

Con l’emergenza Coronavirus i club chiedono aiuti e hanno preparato una lettera con le proposte inoltrate dalla Lega

di Andrea Della Sala, @dellas8427

L’emergenza Coronavirus ha messo in crisi l’Italia anche dal punto di vista economico e di conseguenza il mondo del calcio ne sta risentendo. I club chiedono di essere aiutati durante la ripresa e per questo la Lega ha redatto un documento in tre parti per governo, Federazione e Uefa. Oggi l’assemblea del club darà il via libera a questa triplice proposta.

GOVERNO“Tra le soluzioni suggerite al Consiglio dei ministri c’è un’intera categoria dedicata a giochi e scommesse. L’ultima idea è un Totocalcio 2.0. Una nuova e moderna schedina, tutta da studiare nei dettagli, che permetta di dividere i ricavi tra le stesse società. Gli introiti non sarebbero esclusivamente rivolti alle casse dello stato, ma stavolta destinati a quelle dei club. Nella stessa sezione rientra la richiesta di revisione del Decreto Dignità, nella parte in cui cancella la pubblicità sulle scommesse sportive: le società vorrebbero vedersi concessa una liberatoria. Le altre richieste sul tavolo del governo riguardano la modifica alla legge Melandri che regola i diritti tv, quella sul professionismo sportivo del 1981 e una semplificazione della burocrazia per chi in futuro vorrà investire in nuovi stadi“, spiega La Gazzetta dello Sport.

FIGC“Alla Federazione verranno richieste proroghe sulle scadenze più urgenti. È il periodo in cui i club vengono sottoposti alle verifiche dei conti. Oggi alcune società potrebbero non rientrare nei parametri e avere ancora spese da saldare: alla Figc verrà chiesto del tempo in più. Altre proroghe serviranno sulle scadenze dei contratti dei giocatori, se il campionato dovesse slittare a luglio. Club e Federazione cercheranno un indirizzo comune sulla questione stipendi dei calciatori e per oggi è già previsto un incontro a distanza tra le varie componenti, aperto cioè anche alle leghe di B e C. Quello degli ingaggi è un punto che coinvolge tutta la categoria dei professionisti”.

UEFA“Le richieste riguarderanno calendari e trasferimenti internazionali. La collocazione delle partite resta un rebus irrisolto, dato che l’attuale situazione impone massima cautela sulla stessa ripresa delle competizioni. Il calciomercato sarà interessato nella solita parte della proroga alle scadenze dei contratti dei calciatori (arrivati da un’altra lega) e in una modifica delle date delle campagna acquisti-cessioni, in modo da andare incontro alle esigenze dei club”, conclude il quotidiano.

UFFICIALE – Coronavirus, la UEFA posticipa le finali di Champions ed Europa League

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy