Levy: “Leggo storie di mercato come niente fosse: la gente si svegli!”. E poi annuncia che…

Levy: “Leggo storie di mercato come niente fosse: la gente si svegli!”. E poi annuncia che…

La lettera del presidente del Tottenham sul sito ufficiale del club

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Daniel Levy, presidente del Tottenham, ha mandato un messaggio tramite un comunicato ufficiale sul sito del club in merito all’emergenza Coronavirus sul calcio e non solo. Levy scrive: “Di recente, il 18 marzo, ho detto: “Dovremo tutti lavorare insieme per garantire che l’impatto di questa crisi non comprometta la futura stabilità del Club”. La decisione dei governi di tutto il mondo di chiudere efficacemente le economie con impatti inauditi in tempo di pace sulle libertà civili al fine di minimizzare i terribili effetti della pandemia di COVID-19 è quella giusta per proteggere le vite umane. La devastazione delle industrie in molti paesi, l’interdipendenza del commercio internazionale e dei viaggi in ogni aspetto della nostra vita quotidiana sta solo iniziando a farsi sentire. Ogni persona su questo pianeta sarà colpita e nella mia vita non riesco a pensare a qualcosa di così impattante.

Leggo o ascolto storie sui trasferimenti di giocatori quest’estate come se niente fosse. Le persone devono svegliarsi di fronte all’enormità di ciò che sta accadendo intorno a noi. Con oltre 786.000 infetti, quasi 38.000 morti e ampi segmenti del mondo in blocco, dobbiamo renderci conto che il calcio non può operare in una bolla. Siamo forse l’ottavo club più grande al mondo per entrate secondo il sondaggio Deloitte, ma tutti quei dati storici sono totalmente irrilevanti in quanto questo virus non ha confini.Le operazioni del Club sono effettivamente cessate, alcuni dei nostri fan avranno perso il lavoro e molti saranno preoccupati per il proprio futuro.

I nostri sponsor saranno preoccupati per le loro attività e i nostri media partner non hanno la certezza su quando potremo giocare di nuovo o se potremo giocare di fronte ai nostri fan. Nel frattempo, il Club ha una base di costi annuale che ammonta a centinaia di milioni di sterline. Abbiamo visto alcuni dei più grandi club del mondo come Barcellona, ​​Bayern Monaco e Juventus prendere provvedimenti per ridurre i loro costi. Ieri, avendo già preso provvedimenti per ridurre i costi, abbiamo preso noi stessi la difficile decisione – al fine di proteggere i posti di lavoro – di ridurre la remunerazione di tutti i 550 direttori e impiegati per aprile e maggio del 20% .

Speriamo che le discussioni in corso tra Premier League, PFA e LMA possano portare i giocatori e gli allenatori a fare la loro parte per l’ecosistema calcistico. Non ho dubbi che supereremo questa crisi, ma la vita richiederà del tempo per tornare alla normalità. Spero che non daremo mai per scontate così tante azioni di base come scendere dal treno a Seven Sisters, camminare lungo Tottenham High Road, entrare nel nostro stadio con la nostra famiglia e i nostri amici e comprare una birra e una torta prima di guardare gli Spurs giocare in casa.

Molte famiglie avranno perso i propri cari, molte aziende saranno state distrutte, milioni di posti di lavoro persi e molti club, grandi o piccoli, potrebbero avere difficoltà ad esistere. Spetta a me in qualità di Presidente garantire tutto il possibile per proteggere i nostri dipendenti, i nostri fan, i nostri partner, il nostro Club per le generazioni future – e altrettanto importante – la nostra più ampia comunità in cui abbiamo un immenso senso di responsabilità. Auguro a tutti buona salute, un rapido ritorno alla vita normale e guardare Spurs a casa davanti ai nostri fan. State al sicuro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy