FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Lippi: “Inzaghi? L’Inter di Conte aveva più rabbia. Barella top europeo, Tonali…”

Lippi: “Inzaghi? L’Inter di Conte aveva più rabbia. Barella top europeo, Tonali…”

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Marcello Lippi ha parlato così di Milan-Inter, partendo dal gioco dei nerazzurri

Matteo Pifferi

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Marcello Lippi ha parlato così di Milan-Inter, partendo dal gioco dei nerazzurri.

Com’è l’Inter di Inzaghi rispetto a quella di Conte?

«Forse quella di Conte aveva più rabbia e qualcosa in più nel recupero palla. È cambiato sicuramente il modo di attaccare. Lukaku era fenomenale, ma Dzeko sta facendo molto bene. Anche tanti gol».

Normale che Inter e Milan siano aggrappate a due totem non più giovani quali Ibra e Dzeko?

«Ibra quando gioca è sempre importante».

Barella-Tonali: sfida tra i centrocampisti del futuro?

«Barella è già un top europeo del presente, fa tutto con e senza palla. Aggredisce, si inserisce, ha mentalità vincente. Lo faceva già a Cagliari. Anche Tonali è un giocatore chiave, aggredisce, recupera, sta diventando sempre più importante nel Milan. Ha risentito del passaggio (dal Brescia, ndr). Dal punto di vista caratteriale non è ancora Barella».

Come sono gli altri derby rispetto a Milan-Inter?

«Tutti uguali. A Genova contano due cose: il derby e la salvezza. Se vinci, per sei mesi stai tranquillo. A Torino ho perso i due derby del primo anno, con quei punti i granata si salvarono. L’Avvocato mi disse che era la peggior partita: se vinci è dovuto, se perdi una delusione».

Uscendo dall’Europa il Milan può dedicarsi al campionato?

«Le grandi squadre si sentono più forti quando giocano le coppe. Magari si paga qualcosa in quelle settimane, ma alla lunga l’orgoglio di giocare un torneo ti rende più forte».

tutte le notizie di