ESCLUSIVA Colonnese: “Inter, ora tutti zitti. Conte ha sbagliato. Ha fatto più Eriksen che…”

FCInter1908.it ha intervistato l’ex difensore nerazzurro per un’analisi sull’uscita della squadra di Conte dai gironi di Champions League

di Marco Macca, @macca_marco

Un fallimento. Che il giorno dopo brucia ancor di più. L’Inter abbandona mestamente la campagna europea della stagione 2020-21 e si lecca le ferite dopo lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk a San Siro, che ha condannato Antonio Conte e la sua squadra. Una magra figura, quella dei nerazzurri, incapace di accedere per il terzo anno consecutivo agli ottavi di finale di Champions League. FCInter1908.it ha provato ad analizzare quanto accaduto al Meazza con Francesco Colonnese.

Ciccio, possiamo definire quello dell’Inter un fallimento?
Fallimento… Sicuramente è stato un brutto colpo. Per ciò che pensavamo dopo la partita contro il Borussia Moenchengladbach e per come era iniziata la partita contro lo Shakhtar, è stato veramente un brutto colpo. Una caduta che ha fatto molto male. La parola fallimento è troppo grande, perché c’è ancora una stagione da finire e semmai verrà usata alla fine, ma è stata una brutta botta.

La squadra sembra essere mancata soprattutto nella determinazione e nella voglia di portare a casa il risultato. Come ti spieghi una cosa simile in una partita tanto importante?
Ciò che tutti abbiamo visto da casa è stato proprio questo, anche se Conte dice che abbiamo visto male. E’ quello che mi ha meravigliato. L’Inter aveva la voglia di vincere, ma non era avvelenata nella testa, nella voglia di portare a casa la vittoria. Soprattutto quando si era capito che, dall’altra parte, il risultato del Real Madrid era perfetto. Questa è stata la sensazione che abbiamo avuto tutti. Specialmente nella ripresa, quando il tempo passava e non vedevi quella foga che ho visto, per esempio, per recuperare la gara contro il Torino. Non se la squadra era stanca o cosa.

O, forse, molti giocatori non reggono la pressione a certi livelli…
Potrebbe anche essere. Però, obiettivamente, ieri l’Inter ha avuto delle occasioni per vincere, ma non ho visto la solita squadra contiana. Ho visto un’Inter attendista, ed è quello che mi ha meravigliato. Poco aggressiva, nonostante dovesse solo vincere. Quasi remissiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy