Inter, Conte: “Ko che farà crescere. Scudetto? Serve pazienza. Oggi l’abbiamo persa dopo…”

Inter, Conte: “Ko che farà crescere. Scudetto? Serve pazienza. Oggi l’abbiamo persa dopo…”

L’allenatore nerazzurro ha analizzato la sconfitta dell’Inter a Torino contro la Juventus

di Marco Macca, @macca_marco

Una bella Inter a tratti. Un’Inter che sembrava pronta a prendere in mano la partita e a portare a casa un risultato positivo in una sfida potenzialmente decisiva nella corsa scudetto. Alla fine, però, i suoi ragazzi hanno ceduto ai gol di Ramsey e Dybala. I nerazzurri escono sconfitti per 2-0 dall’Allianz Stadium contro la Juventus in un clima surreale e vedono allontanarsi maledettamente il traguardo scudetto. Ai microfoni di Sky Sport, Antonio Conte ha analizzato così l’andamento della partita:

GOL DECISIVO – “L’abbiamo persa dopo il primo gol. Fin lì era molto equilibrata. Nella ripresa abbiamo iniziato meglio di noi, cercando il gol. Poi c’è stato il gol di Ramsey che ha cambiato a livello psicologico la partita. Loro sono cresciuti e noi l’abbiamo subito in maniera importante. Non siamo stati capaci a riprenderci”.

EMERGENZA CORONAVIRUS – “La situazione dell’Italia? Tutti abbiamo famiglie, tutti abbiamo preoccupazioni che le stesse ci trasferiscono. Far finta di niente è difficile, come lo è gestire alcune situazioni. Vorresti alzare la voce, ma capisci che è una situazione complicata. Mi auguro che vengano prese delle decisioni per tutelare tutti, indistintamente. Ci sono gli organi competenti, noi ci rimettiamo a loro e non possiamo fare altro”.

ADDIO SCUDETTO? – “Scudetto? In classifica la differenza sono 6 punti. La sconfitta dell’andata e quella del ritorno. Siamo stati bravi a rimanere in scia, però è inevitabile fare delle considerazioni. Bisogna essere positivi e cercare di prendere le cose giuste, anche nelle sconfitte. Così si può crescere. E’ una sconfitta che ci deve aiutare a crescere per capire quanto siamo distanti. Non ci deve buttare nello sconforto. Sapevamo che c’era un gap con loro, siamo stati bravi a tenere vivo tutto. Ma il fatto è che abbiamo perso entrambi gli scontri diretti con loro”.

PERSONALITA‘ – “A livello di personalità abbiamo ampi margini di crescita. Bisogna crescere in queste componenti se vogliamo competere per obiettivi importanti. Dispiace”.

PERCORSO – “Con me questa squadra ha iniziato un percorso da 8 mesi, contro una squadra che si è sempre migliorata di anno in anno. Non possiamo fare certi paragoni. Cerchiamo di fare del nostro meglio, ma oggi non possiamo fare questi paragoni. Ci vuole pazienza per arrivare a lottare per certi obiettivi. Dobbiamo essere bravi a implementare la qualità e raggiungere livelli altissimi, come quelli della Juventus”.

(Fonte: Sky Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy