Marotta: “Hakimi? Grande operazione, merito di Ausilio e Suning. Sul mercato ora vogliamo…”

Le parole dell’amministratore delegato nerazzurro prima della sfida contro il Parma

di Marco Macca, @macca_marco

A doppia velocità, tra campo e mercato. L’Inter di Antonio Conte, dopo il 3-3 contro il Sassuolo a San Siro, torna in campo al Tardini contro il Parma per ritrovare una vittoria che sarebbe fondamentale. Innanzitutto per blindare il terzo posto, e poi per continuare a coltivare speranze di rimonta su quelle davanti. Contemporaneamente, però, Beppe Marotta e Piero Ausilio lavorano per costruire l’Inter che verrà. E, in questo senso, l’acquisto ormai prossimo di Hakimi pone le basi per una rosa in grado di giocarsi le tre competizioni fino alla fine nel 2020-21. Ai microfoni di Sky Sport prima della sfida di Parma, Marotta, amministratore delegato nerazzurro, ha fatto il punto:

RIPARTENZA – “Le partite si susseguono rapidamente, abbiamo tante assenze, anche se non è un alibi. La partita contro il Sassuolo ci è servita, stasera dobbiamo però vincere.

HAKIMI – “Hakimi? L’obiettivo della società e della famiglia Zhang è di continuare a fare investimenti per acquisire giocatori importanti, cogliendo le opportunità. Non nascondo che siamo in fase di trattativa avanzata, vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni. Voglio però sottolineare che innanzitutto deve esserci il rispetto verso questa squadra, che sta lavorando duramente. Dobbiamo comunque guardare al futuro, e questo significa alzare l’asticella attraverso l’acquisizione di nuovi giocatori. Ausilio ha svolto un ottimo lavoro. Dobbiamo ancora concludere. Domani sarà una giornata importante, vedremo come definire. Sono ottimista. Un lavoro che è stato fatto di questi ultimi due mesi in maniera meritevole da Piero Ausilio”.

COLPO A SINISTRA? – “Colpi a sinistra? Vogliamo alzare l’asticella, tenendo presente comunque il momento difficile dovuto al coronavirus, che ha colpito tutti. Vediamo le opportunità che si presenteranno, il mercato non è ancora nel vivo. Prematuro azzardare altre ipotesi, mancano 11 giornate al termine del campionato. La rosa che abbiamo è fatta di professionisti meritevoli”.

OPERAZIONE IMPORTANTE – “Hakimi è un’operazione importante, la proprietà ci ha dato l’opportunità di fare questo acquisto, vedremo il da farsi. Vogliamo migliorarci, non sarà facile. Ma l’Inter ha un brand fortissimo, che ne rappresenta la storia. Quando finirà il campionato, ci saranno le coppe europee. Poi le nazionali, poi si ricomincerà con il campionato. Sarà importante pianificare al meglio, gli impegni saranno tanti. La ricchezza della rosa fa la differenza. Credo che mai come ora, quando la squadra gioca 10 contro 11, la squadra in inferiorità numerica ne risente tanto. Una rosa ampia ti permette di recuperare tanto.

SANCHEZ E MOSES – “Sanchez e Moses? E’ una grande anomalia che deve essere rivista, dobbiamo confrontarci con Chelsea e United per prolungare il prestito. Non è una pagina edificante. Ci stiamo confrontando, al contrario, anche con il Bayern per Perisic. Mi auguro che queste situazioni non alterino i risultati“.

(Fonte: Sky Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy