Inter, è cambiato il mondo di Conte, anche per necessità. Il tecnico che aveva in mente Kanté…

In queste prime 4 partite di campionato, la squadra nerazzurra ha mostrato molte lacune in difesa

di Gianni Pampinella

La scorsa stagione la difesa nerazzurra è stata la meno battuta, 26 gol subiti in 38 giornate. All’inizio dell’era Conte era stata il punto di forza, un anno dopo le cose sono cambiate. Adesso i gol subiti sono 8 in 4 partite: “Un anno fa l’Inter aveva incassato una sola rete in quattro partite. Ora, tra gol fatti e incassati, siamo a quota 19: in pratica, nei 90’ con i nerazzurri si viaggia a una media di cinque reti, vette zemaniane dei bei tempi andati. È cambiato il mondo di Conte, certo“, sottolinea la Gazzetta dello Sport.

Ma è cambiato anche per necessità, non solo per una spinta europeista che pure va riconosciuta. Lo dice la logica: il Conte che aveva in mente Kanté, non avendo avuto il francese e neppure un suo omologo ad alzare una diga lì in mezzo, ha scelto di battere una via opposta. C’è qualche salita inattesa davanti agli occhi, messa a nudo dal secondo scontro diretto consecutivo senza vittoria, anzi, con una sconfitta a pesare sulle spalle“.

(Gazzetta dello Sport)

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy