CdS – Scivoloni e andature incerte: Inter, film già visto. A Conte ora la sfida più delicata

CdS – Scivoloni e andature incerte: Inter, film già visto. A Conte ora la sfida più delicata

Il girone di ritorno dei nerazzurri non è stato convincente. E lo scudetto ora è a -9

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Una flessione già vista, tendenza che per l’Inter va terribilmente a confermarsi. Il girone di ritorno è ancora una volta fatto di scivoloni e andature incerte. Ributtarsi sul campionato, dopo tre settimane, ha consegnato il secondo scontro diretto perso. Nelle fauci di Lazio e Juve, con tanto di sogno tricolore che si allontana”. Apre così l’articolo del Corriere dello Sport in merito al cammino di febbraio e inizio marzo dell‘Inter che, solo un mese fa, festeggiava la vittoria nel derby. Ora i nerazzurri sono terzi alla luce di un girone di ritorno (1,33 punti a partita contro i 2,42 dell’andata) non convincente.

FILM GIA’ VISTO – Il quotidiano, poi, evidenzia come il calo nei primi mesi dell’anno non sia una novità: “E’ il caso della squadra affidata per l’ultima volta a Mancini – nel 2015-16 – che veleggiava al primo posto fino a gennaio per poi sciogliersi di colpo. In quella stagione, media di 2,05 punti nel girone di andata e di 1,47 nel ritorno. Due anni fa, con Luciano Spalletti che aveva appena preso il timone dell’Inter, ecco un cammino fatto di 2,15 punti in media all’andata e 1,6 nel ritorno. Un ruolino decisamente fuori portata – il quarto posto arrivò col fiatone – ma addirittura superiore a questo di Conte. Con una squadra che, chiamata alle prove-verità, non ha risposto presente”, spiega il Corriere dello Sport.

PART-TIME – Il quotidiano, infine, prova ad analizzare cosa non vada nell’Inter che, anche con la Juventus, ha disputato un buon primo tempo, prima di crollare: “Quel che preoccupa è l’inclinazione a giocare con intensità un solo tempo, abitudine ripetuta troppe volte. Distrazioni fatali, rendimento crollato. Come prevedibile, a Conte tocca la sfida più delicata: gestire il momento critico di una squadra che sul piano energetico e mentale non riesce a tornare sé stessa”, chiosa il CorSport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy