Marca, frecciata al Real: “Ma che fa con Hakimi? Errore grave. E poi spenderà 50 mln per…”

Marca, frecciata al Real: “Ma che fa con Hakimi? Errore grave. E poi spenderà 50 mln per…”

Il quotidiano spagnolo sottolinea che la cessione del giocatore può rivelarsi un grave errore

di Gianni Pampinella

Prime le visite mediche, poi la firma sul contratto e Achraf Hakimi sarà ufficialmente un nuovo giocatore dell’Inter. Il giocatore, atterrato questa mattina a Milano, arriva dal Real Madrid dopo due stagioni in prestito al Borussia Dortmund. In Germania Hakimi ha messo in mostra tutte le sue qualità e già a Madrid qualcuno inizia a pensare che la sua cessione sia un errore. “Il mondo del calcio è sempre più difficile da capire. Il Real Madrid ha intrapreso una politica per firmare sempre più giovani giocatori. In alcuni casi va bene e in altri no, ma ciò che non ha alcuna spiegazione è che hai un giocatore che diventa una stella nel tuo settore giovanile poi lo vendi. Questo è il caso di Achraf“, si legge su Marca.

Achraf Hakimi è arrivato al Real Madrid che aveva appena otto o nove anni. Ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile del Real fino ad arrivare alla prima squadra. Nel suo primo anno al Real Madrid ha avuto poco spazio ed è andato in prestito al Borussia Dortmund, dove è emerso come uno dei migliori terzini del calcio europeo. Ha velocità, calcia bene e, inoltre fa gol (segnato nove in questa stagione e 10 assist)“.

“È incomprensibile che il Real Madrid possa lasciare andare un calciatore di soli 21 anni protagonista di prestazioni spettacolari in Bundesliga. A meno che non ci sia qualcos’altro che non conosciamo, non capiamo la posizione del Real Madrid. E poi magari verrà comprato a 50 milioni un laterale più scarso di Hakimi. Sono le strane cose del calcio … e di questo Real Madrid. Vedremo se non sarà stato un errore grave. Credo di si. Il tempo lo dirà”, ha scritto su Marca il giornalista Carlos Gonzalez.

(Marca)

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy