Materazzi ricorda l’Everton: “Mi ha insegnato tanto, piansi per un rosso. Andai via perché…”

Materazzi ricorda l’Everton: “Mi ha insegnato tanto, piansi per un rosso. Andai via perché…”

Materazzi ricorda la sua esperienza all’Everton

di Marco Macca, @macca_marco

Un difensore giramondo, Marco Materazzi. Uno che ha trascorso gran parte della sua luminosa carriera in Italia e in Serie A, ma che non si è mai fatto mancare nulla. Gli ultimi anni al Chennaiyin, in India, ma anche in Inghilterra, in Premier League. Non tutti lo ricorderanno, infatti, ma Materazzi, allora 25enne, nella stagione 1998-99 giocò con la prestigiosa maglia dell’Everton. Per lui, 33 presenze totali (27 in Premier) e ben quattro espulsioni. Un tabellino che racconta molto delle intemperanze giovanili in campo di Matrix, che ha ricordato più volte come quell’esperienza gli sia servita per smussare qualche angolo e tornare in Italia molto più maturo.

Intervistato da FourFourTwo, infatti, Materazzi ha dichiarato:

Riguardo alle mie espulsioni all’Everton, bisogna sempre valutare come queste arrivano. Me ne ricordo uno, contro Darren Huckerby (del Coventry, ndr). C’è una mia foto in cui piango appoggiato ai cartelloni pubblicitari. Quel cartellino rosso, a mio avviso, era completamente ingiusto. Ma sai come funziona in Inghilterra: quando è rosso, è rosso. Non ci sono scuse. Mi ha insegnato qualcosa. Ho imparato cosa significa essere straniero in un nuovo paese. Quando i giocatori stranieri vengono in Italia, dicono di aver bisogno di tempo. È stato bello provare quell’esperienza e mi ha aiutato. Sono tornato in Serie A per avere più visibilità per la nazionale, cosa che non avrei avuto giocando fuori dall’Italia. Il mio sogno azzurro mi ha spinto a tornare“.

(Fonte: FourFourTwo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy