RIVALI/ Bucchioni sul Milan: “Ha patito l’aggressività dell’Inter. Sto con Gattuso se…”

RIVALI/ Bucchioni sul Milan: “Ha patito l’aggressività dell’Inter. Sto con Gattuso se…”

Le parole del collega a proposito del momento dei rossoneri

di Daniele Vitiello, @DanViti

Nel suo editoriale per TMW, Enzo Bucchioni ha parlato anche del delicato momento di Rino Gattuso, reduce dalle sconfitte con Inter e Betis: “Da quando è arrivato lui la crescita del gioco c’è stata, anche il gruppo è maturato e mi sembra evidente. E’ in un momento di difficoltà. Ha sbagliato gli ultimi minuti del Derby? E’ vero. Il Milan ha patito la fisicità e l’aggressività dell’Inter, a un certo punto invece di togliere Kessie, oppure mettere Cutrone esterno, Gattuso poteva congelare lo zero a zero, magari (ne dico una) passando al 4-4-1-1 con Laxalt davanti a Rodriguez e Chalanoglu dietro Higuain. Forse ha temuto le critiche in caso di sconfitta, lo hanno criticato lo stesso anche se ha messo una punta. Ieri sera col Betis le incertezze sono state tante. I cambi invocati non hanno dato gli effetti sperati. E allora? Periodo no, ho detto, ma non è possibile che dopo ogni sconfitta o partita così così, torni in ballo la panchina di Gattuso. Scaroni, Leonardo e Maldini sanno benissimo cosa può dare oggi Gattuso. E sanno altrettanto bene che non è Conte, Zidane o Wenger (nome nuovo accostato al Milan), tutti allenatori con una storia e un palmares diversi. E allora chiaritevi una volta per tutte, non volete un allenatore che ha stoffa, ma deve crescere? Ne volete uno buono subito, più bravo, più carismatico? Prendetelo e tagliate tutte le storie. Ma sentire parlare di Donadoni, con tutto il rispetto, o di Leonardo che potrebbe tornare in panchina (inaccettabile), allora sto ancora di più dalla parte di Rino”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy