Sampaoli: “Icardi-Dybala, per loro c’era un progetto ma l’Argentina ci ha esonerati”

Sampaoli: “Icardi-Dybala, per loro c’era un progetto ma l’Argentina ci ha esonerati”

L’ex ct dell’Argentina, in una lunga intervista a Marca, ha parlato dei due giocatori di Inter e Juventus e ha detto qualcosa anche su Messi

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

In una lunga intervista rilasciata a Marca, Jorge Sampaoli ha parlato anche di Mauro Icardi e della sua esclusione dalla Coppa del Mondo in Russia. Ecco cosa ha detto di lui e di Dybala, poi ha parlato anche di Leo Messi: «Ci siamo qualificati ai Mondiali e subito è arrivato il Mondiale, non abbiamo avuto molto tempo e non siamo riusciti a includere nuovi giocatori da non bruciare per il futuro. Se sto parlando di Icardi e Dybala? Avevamo bisogno immediato di vincere e c’erano altri giocatori che facevano parte del vecchio gruppo. C’era una scommessa dietro loro due, una scommessa a breve termine. Avevamo una macchina di cento giocatori per il breve, medio e lungo termine, ma ci hanno esonerato dopo il Mondiale. Messi? Avere il giocatore più forte del mondo nella tua squadra ti costringe a chiedere il massimo. E il resto della formazione deve essere alla sua altezza. Ma a volte non puoi dare questo e lottavamo in quello ogni giorno. Avere Leo ti costringe ad avere meno margini di errore quando si tratta di vincere. Ora non è in Nazionale? Sono decisioni personali, solo lui sa di cosa ha bisogno e va rispettato. In Qatar, nel 2022 avrà 35 anni e c’è bisogno di organizzazione, fiducia illimitata, tutto richiede un processo, un processo che si deve mantenere e non va interrotto ogni volta. E’ una follia dire che se non si vince si è perdenti, non è così, se ci credi si può vincere anche con il tempo, ma ci devi credere».

 

(Fonte: marca.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy