Icardi in Italia? Da cessioni tesoretto da 150 mln. Marotta va su un vecchio pallino?

Il giocatore sarebbe di nuovo nel mirino della Juve. Il PSG lo riscatterebbe e lo cederebbe ai bianconeri. Marotta lo aveva messo in conto

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Il Corriere della Sera torna a parlare di Mauro Icardi e del suo possibile ritorno in Italia. Il PSG può riscattarlo e non è detto che non lo faccia. 70 mln la cifra del riscatto, ma il giocatore starebbe pensando di tornare in Italia. La Juventus lo vorrebbe: il club parigino potrebbe riscattarlo dall’Inter e poi cederlo ai bianconeri. Ma in questo senso l’ad nerazzurro Marotta si è tutelato.

Il giornale spiega perché: “C’è un’altra clausola nel contratto: in caso di rivendita in Italia il Psg dovrà pagare 10 milioni in più. Insomma se la Juve lo vuole la cifra da spendere è minimo 80 milioni. Peraltro sono soldi che entrerebbero in un’unica soluzione, non dilazionati, nelle casse interiste”.

L’argentino, nella testa di Paratici, andrebbe a sostituire Higuain che va in scadenza nel 2021 “ma per il bilancio della Juve ha un valore residuo di 18 milioni, oltre a un ingaggio di 8 milioni netti a stagione”.

OFFENSIVA A DYBALA COL TESORETTO? – L’Inter quindi avrebbe dieci mln di più in cassa e magari potrebbe pensare di ricominciare il corteggiamento di Dybala. Anche perché con la cessione di Icardi arriverebbero 80 mln nelle casse nerazzurre e altri soldi potrebbero arrivare dalla cessione di Lautaro Martinez. Secondo il Corsera l’offerta del Barça sarebbe di 70 mln + Arthur. 150 mln totali di tesoretto a disposizione di Marotta da reinvestire sulla squadra di Conte.

(Fonte: Corriere della Sera, 25-4-2020)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy