Repubblica – Eriksen chiede spiegazioni a Conte. Addio all’Inter a gennaio? Possibile se…

Il quotidiano spiega come l’ultima dichiarazione di Eriksen sia diversa dalle altre

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Un’altra frecciata inferta ad Antonio Conte e all’Inter dal ritiro della Nazionale. Christian Eriksen, quando viene convocato dalla Danimarca, torna costantemente a parlare del suo (scarso) utilizzo da parte del tecnico nerazzurro, a differenza di quanto accade proprio in Danimarca dove l’ex Tottenham è ovviamente titolarissimo nonché il fulcro della squadra. Le recenti parole di Eriksen, però, assumono un altro significato, secondo Repubblica: “Ma queste parole a ben vedere contengono un’altra chiave di lettura, quasi una richiesta di spiegazioni dell’ex Tottenham a Conte: perché anche quando le cose non girano per il verso giusto, come sta accadendo da un mese a questa parte, io resto ai margini?”, si legge sul sito repubblica.it. che poi indica come risposta la decisione di Conte di non vederlo come mezzala ma da trequartista con maggiore dinamismo rispetto a quanto fatto dallo stesso Eriksen nel suo passato, a tal punto che il tecnico preferisca un giocatore grintoso e dinamico come Barella.

Getty Images

FUTURO

Sempre Repubblica apre ad un possibile addio di Eriksen già a gennaio. “Gli estimatori per un giocatore con le sue qualità non mancano di certo: le big della Premier, campionato in cui Christian si è consacrato ad alti livelli; il Real Madrid, che lo aveva seguito la scorsa stagione nella speranza di prenderlo a parametro zero e ha Modric e Kroos ormai a fine ciclo; il Psg, con Leonardo che lo stima molto e Allegri (di cui si parla in caso di divorzio da Tuchel) che lo avrebbe voluto già alla Juventus. Ciò che manca è, banalmente, chi mette i soldi”, commenta Repubblica. Il Covid-19, infatti, ha inciso pesantemente sulle casse di tutti i club europei e il fatto che l’Inter, ovviamente, non sia disposta a svendere Eriksen, non facilita l’addio del danese.

Getty Images

IPOTESI PRESTITO

Repubblica rimarca la possibilità che Eriksen lasci l’Inter in prestito: “Un’ipotesi potrebbe essere un prestito oneroso, che permetterebbe al giocatore di provare a rilanciarsi e all’Inter di non svalutare un patrimonio su cui ha investito molto. Ma quale big europea si presterebbe a un’operazione simile senza strappare almeno un diritto di riscatto? Solo una condizione di emergenza (ad esempio un grave infortunio di un titolare) potrebbe sbloccare la situazione”, il commento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy