Skriniar-Tottenham, dietro il no dell’Inter di Zhang c’è anche Eriksen. Ecco perché

Il club nerazzurro alla fine non ha ceduto lo slovacco perché non è mai arrivata l’offerta giusta

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Cosa c’entra Eriksen con la mancata cessione di Skriniar al Tottenham? C’entra. E c’entra anche quel detto che fa ‘patti chiari, amicizia lunga’. Il club inglese ha provato a prendere il difensore dall’Inter ma i dirigenti interisti sono stati chiari sul costo del cartellino del giocatore.

60 mln era la richiesta, al massimo si sarebbe scesi a 50 più bonus. Zhang non ha mai abbassato le pretese rispetto al costo fissato.

Perché? Lo spiega calciomercato.com che torna al mese di gennaio quando per il danese, nonostante un contratto in scadenza a giugno, Levy ha chiesto comunque – e ottenuto – venti mln di euro. L’Inter ha accontentato il club inglese ma voleva essere accontentato su Skriniar. La proposta al ribasso degli Spurs non è stata accettata. I rapporti tra club restano buoni ma i regali sono un’altra cosa.

(Fonte: calciomercato.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy