Bellinazzo: “Thohir può vendere ma non ora, ha altra strada. Fpf ok, Moratti e Cina…”

di Sabine Bertagna, @SBertagna

Marco Bellinazzo, giornalista economico de Il Sole 24 Ore, ha analizzato gli scenari futuri dell’Inter, con la possibilità che Moratti venda il suo 29% o quella, ancora più clamorosa, che sia Thohir a passare la mano: “Moratti non vuole cedere? Non mi sorprende perché per Moratti quel 29% è un piccolo tesoretto da liquidare ma lo può fare quando la squadra ha futuro positivo. Ora, nel pieno dell’incertezza societaria e di rendimento della squadra, sarebbe sbagliato vendere questa cosa”. 

Ti senti di escludere che Thohir possa vendere il 70%?

Non mi meraviglierebbe nel lungo termine. In questo momento non lo capirei. Tutto sta procedendo secondo i piani che per il Fair Play Finanziario. L’Inter ha proposto alla Uefa un piano con l’Europa League, certo che con la Champions sarebbe tutto diverso. Ci sono parecchie questioni in ballo. L’Inter deve chiudere a meno 30 partendo da 240 ed è per questo che Thohir arriva a Milano per sistemare le cose

Gli obiettivi sono stati raggiunti? C’è delusione da parte di Thohir?

C’è preoccupazione, la Roma sta rimontando, il Milan ha dimostrato di esserci e la lotta per il terzo posto diventa meno scontata tenendo presente anche la Fiorentina. Il business plan si basa sulla qualificazione in Champions. Se non venisse raggiunta va rivisto tutto, a partire anche dalla rosa. Ok la cessione di Guarin ma bisognerebbe rivedere il progetto tecnico e la cosa potrebbe includere anche Mancini. 

Quali le stradi possibili per Thohir?

“Thohir potrebbe avere un’altra strada: varare un aumento di capitale. Bisogna capire fino a che punto Thohir possa disporre di capitali senza l’aiuto di Moratti”. 

Inter appetibile in Cina?

Per potenzialità di quell’ambiente può esserlo. Il marchio Milan vale di più, ma questo non vuol dire che l’Inter non lo sia. dipende sempre dalla possibile qualificazione Champions. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy