CorSera – La reazione dell’Inter e di Icardi alle parole di Spalletti. “Oggi ad Appiano…”

Il giocatore ha scelto basso profilo, la società invece non ha gradito

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Tra strappi e ricuciture, l’Inter resta ferita. Le dure parole di Luciano Spalletti su Mauro Icardi, dopo la sconfitta contro la Lazio, non hanno però mandato a monte il possibile rientro dell’attaccante”. Apre così l’articolo del Corriere della Sera in merito alla querelle legata all’ex capitano dell’Inter che, dopo 47 giorni, è pronto a tornare nella lista dei convocati per la sfida contro il Genoa. La certezza arriverà solo domani ma Spalletti “non ha interesse ad alzare ulteriormente la tensione sul caso”, spiega il CorSera che rimarca come le decisioni riguardo Nainggolan – escluso contro il Napoli – e Perisic – fuori contro il Torino – siano da circoscrivere a regole dello spogliatoio.

MESSAGGIO DI SPALLETTI“L’allenatore ha mandato un doppio messaggio al gruppo: Icardi è stato trattato come gli altri, ma ora va rimesso dentro se si comporta come si deve. Insomma il tempo delle bastonate è finito, la prova di forza c’è stata, ora è il momento di ammorbidirsi e pensare alla qualificazione in Champions, non scontata”, rimarca il quotidiano che spiega ciò che è successo oggi ad Appiano: Spalletti avrebbe parlato direttamente al gruppo e non più ad Icardi, come avvenuto invece settimana scorsa. All’entourage del giocatore non è piaciuto il confronto con Messi e Cristiano Ronaldo ma “filtra serenità e voglia di voltare pagina”, scrive il CorSera che sottolinea come Icardi abbia scelto il basso profilo, non replicando né lui né la moglie a Tiki Taka alle dichiarazioni del mister.

SOCIETA’ SORPRESA – Secondo quanto riportato dal quotidiano, le dichiarazioni di Spalletti in merito alla mediazione dell’avvocato Nicoletti con la dirigenza ha spiazzato la stessa società. “Dichiarazioni ai limiti dell’autolesionismo, anche perché in quel lavoro diplomatico, che non ha riconsegnato né la fascia né un posto in squadra a Icardi, si sono impegnati sia l’amministratore delegato Marotta sia il presidente Steven Zhang, in questi giorni in Cina”, sottolinea il CorSera che riporta un incontro nel dopo partita della dirigenza stessa: “Il tecnico non aveva intenzione di essere sgarbato con la società, il messaggio percepito all’esterno però è stato quello”, chiosa il Corriere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy