CorSera – Marotta conferma Spalletti? La verità è un’altra. “Scelta chiara ma Conte non…”

L’analisi del CorSera sulle parole dell’AD

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Icardi e Perisic, Marotta e Spalletti. È il gioco delle coppie all’Inter, prima scoppiate poi ricomposte. Qualcosa è cambiato”. Apre così l’articolo del Corriere della Sera in merito alla situazione in casa Inter: la tregua imposta dalla società sembra funzionare e anche il doppio gesto di Icardi – rigore concesso a Perisic e abbraccio post-gol – sembra esserne la conferma. La tregua andrà avanti sino al termine del campionato. “Perisic e Icardi probabilmente andranno via, ma meglio farlo dopo una stagione chiusa positivamente. Niente è impossibile, la frattura però con l’ex capitano è difficile da sanare: se ne andrà. La partenza di Icardi non porta alla conferma di Perisic e viceversa: i due non sono legati, l’idea in società è di ristrutturare anche se, come ha ribadito con realismo lo stesso Marotta, «il gap fra la Juve le le altre squadre è notevole: i bianconeri saranno protagonisti ancora per diversi anni»”, riporta il CorSera.

FUTURO ALLENATORE – Un altro tema snocciolato dal quotidiano riguarda l’allenatore: Spalletti è infastidito dalle voci che danno Conte sulla panchina dell’Inter. “Marotta è intervenuto come un equilibrista, pesando le parole. Conte piace. Il dirigente nerazzurro però lascia spazio a una conferma di Spalletti. […] Chi vuole può scattare in avanti e leggerci una conferma, in realtà non è così: è un prendere tempo. La scelta è chiara, se si trova l’accordo con Conte (di progetto e d’ingaggio visto che l’Inter non gli concederà mai uno stipendio da 11 milioni) sarà lui il tecnico, altrimenti Spalletti ha chance anche per mancanza di alternative”. La decisione verrà presa ad inizio maggio.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio - 2 anni fa

    Teniamoci il Sig Spalletti, da due anni siamo sempre tra le prime quattro e con miglioramenti.Forza Inter

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy