Inter, abbiamo un problema: l’attacco segna ma gli altri? Il confronto con le altre big

I nerazzurri hanno segnato cinquanta gol ed è stato spesso merito degli attaccanti. La Lazio ha difensori che segnano molto

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

‘Se non segnano Icardi e Perisic l’Inter non vince’. Questa frase non è un luogo comune, ma un problema dell’Inter. La squadra di Spalletti ha segnato finora cinquanta gol. E di questi cinquanta gol 33 sono stati segnati dall’argentino e dal croato, 3 da Eder e 1 da Karamoh mentre Candreva non è ancora andato a segno in questa stagione. L’attacco nerazzurro ha quindi segnato in totale 37 delle 50 reti fatte. Il centrocampo nerazzurro ha segnato 6 gol grazie ai 2 gol segnati da Vecino, sono firmati da Brozovic e da Borja Valero. I difensori nerazzurri hanno segnato in totale gol: è andato a segno volte Skriniar e hanno segnato gol D’Ambrosio1 Ranocchia. In totale sono 49 perché uno è un autogol: quello di Vicari nella gara contro la Spal finita 1-1.

CENTROCAMPO – Il confronto con le prime quattro in classifica dice che il centrocampo nerazzurro è quello che ha contribuito meno a fare gol rispetto ai colleghi di reparto degli altri club, è l’attacco che sta incidendo di più sui punti. I centrocampisti del Napoli per esempio hanno segnato 19 gol, i centrocampisti della Juventus ne hanno fatti 14 e tra le avversarie dirette per un posto in Champions, i centrocampisti giallorossi hanno segnato 8 gol, ma quelli della Lazio ne hanno fatto ben 19.

DIFESA – Anche i difensori della Lazio hanno segnato molto, anzi più rispetto agli altri difensori della Serie A: 13 gol in totale contro i 7 del reparto arretrato bianconero, 8 di quello partenopeo e 7 di quello giallorosso. I difensori dell’Inter hanno segnato meno rispetto ai loro colleghi, 6 gol, quanto quelli del Milan, come riportato nella tabella passata in TV su QSVS, il programma di TeleLombardia.

analisi gol segnati inter

(Fonte: QSVS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy