Inter, gioiellini in vetrina. Mezza serie A prova il colpo: la classifica dei più richiesti

Sui “baby” di mister Vecchi è già forte l’interesse di numerose squadre professionistiche

di fcinter 1908

Sarà finale contro la Fiorentina, proprio come l’anno scorso. L’Inter di Vecchi propone il bis superando la Juventus in semifinale e meritando la vittoria. Superiori tatticamente e tecnicamente i nerazzurri, che in campo hanno dimostrato di avere calciatori maggiormente pronti a quello che sarà il salto tra i grandi. Un gruppo solido e compatto, reso maggiormente coeso dal perfetto polso di Stefano Vecchi, impetuoso sergente che nulla perdona a chi si mostra distratto o fuori dal coro anche solo per un momento. Basti chiedere a chi questa sera la partita l’ha risolta, ovvero a Nicolò Zaniolo, di gran lunga il miglior calciatore della rosa, ma redarguito e tenuto fuori a lungo perché poco sul pezzo.

I MIGLIORI IN CAMPO – Ausilio guarda e apprezza, consapevole che certi risultati aiutino anche ad attrarre l’interesse delle squadre professionistiche verso i propri talenti di casa. E di gioielli l’Inter ne ha davvero tanti, in ogni zona del campo, non a caso in tribuna erano presenti molti osservatori per assistere alla partita. Su tutti hanno hanno ben figurato Emmers (male nel primo tempo e benissimo nel secondo), Zaniolo, Valietti, Bettella, Pissardo e Pompetti, quest’ultimo addirittura un classe 2000 che in campo si è ritrovato a battagliare contro calciatori di due anni più grandi, un dettaglio che in queste categorie fa la differenza.

Sampdoria, Cagliari, Parma, Genoa, Chievo, Sassuolo e Bologna: sono tantissime le squadre di A che si stanno muovendo per i baby nerazzurri, per non parlare di quelle della categoria cadetta. Il più pronto tra questi è sicuramente Zaniolo, richiestissimo dal Benevento, in scia arriva immediatamente Emmers, nel mirino di Chievo e Sampdoria. dove c’è Giampaolo che lo apprezza particolarmente. Sarà una lunga estate anche per loro, ma adesso c’è ancora una finale da giocare. Infine attenzione anche a Bettella, che in prospettiva in tanti considerano più forte di Lombardoni.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. molluraconcett_455 - 3 anni fa

    non capisco come mai e da tantissimi anni che non giocano in prima squadra giovani come questi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. totonnuzzu - 3 anni fa

    in prima squadra mai?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13335234 - 3 anni fa

    il fairplay finanziario si sta rivelando un’arma sbagliata per ridurre i costi, quanto meno non ottiene i risultati sperati. si sta creando un divario sempre maggiore tra le squadre forti, che riescono a spendere soldi. in maniera arzigogolata delle volte, esagerata e sono, perlopiù impunite. chi prova a risollevarsi, come l’Inter viene affossata e, addirittura, sono costrette a dismettere il proprio futuro, proprio come in questo caso. sentire che verranno ceduti i pezzi pregiati di questa (e precedenti) primavera fa male a chi crede si possa avere un futuro migliore, di giovani che amano la maglia che indossano perché l’hanno indossata da giovanissimi e tanti, secondo me, si perdono anche per questo, manca loro un senso di appartenenza. teniamo questi giovatori, si mandino a fare le ossa come una volta e si cerchino soluzioni adeguate, altrimenti, anche i giovani campioni nn vorranno venire all’Inter sapendo di essere di passaggio o merce di scambio e/o compravendita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy