Inter-Icardi, fine della crisi: patto con Zhang per il futuro, Mauro tornerà al centro del progetto

Inter-Icardi, fine della crisi: patto con Zhang per il futuro, Mauro tornerà al centro del progetto

Le ultime sulla vicenda Icardi secondo il Corriere dello Sport

di Daniele Vitiello, @DanViti

Emergono novità importanti dal Corriere dello Sport di oggi a proposito della telenovela Icardi che continua a tenere banco in casa Inter: È già entrato in campo Zhang nella vicenda Icardi. Un intervento forte che può preludere, proprio in questa settimana, all’incontro che sancirà il prima e il dopo della crisi che ha portato l’attaccante argentino ai margini dell’Inter. C’è anche una data: venerdì prossimo. Quel giorno probabilmente verrà redatta la fine del primo e più importante capitolo della storia, quando la proprietà cinese e il campione argentino si rivedranno per stringersi la mano, anzi, come ormai in molti credono, per abbracciarsi”. Cosa ha sbloccato la situazione? “A Wanda Nara e Icardi sono state fornite le assicurazioni che probabilmente la coppia sperava di ascoltare: non esiste alcuna volontà conflittuale permanente. Non solo: il calciatore – che nella scorsa stagione ha rifiutato la Juventus – resterà, secondo proprietà e dirigenti, il punto di riferimento per costruire l’Inter del futuro. Del resto la pensano così i dirigenti attenti, come Giuseppe Marotta. L’amministratore delegato, in questo periodo, ha salvaguardato tutte le sensibilità dello spogliatoio, senza mai dimenticare i reali interessi della proprietà e gli umori della tifoseria: anche lui, oltre all’avvocato Paolo Nicoletti, commissario ad acta per il caso Icardi, ha lavorato per addolcire le inevitabili asprezze di una vicenda, ghiotta come un romanzo d’appendice”.

Allora non resta che aspettare: “Una cosa è certa, alla fine della settimana passata è stato siglato un patto che prevede un principio regolatore che condizionerà tutto e tutti: Icardi adesso sa dalla famiglia Zhang di essere considerato l’uomo attorno al quale si proverà a costruire il futuro del club. E si adeguerà anche nei comportamenti. E si adegueranno gli altri, poeti e operai chiamati a costruire il difficile cammino dell’Inter. Mentre gli oziosi oratori della squadra verranno relegati ai mulini del calcio, a far girare la macina con l’acqua dei discorsi”, sottolinea il quotidiano romano.
3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giancarlo - 1 anno fa

    Ma smettiamola Mauro avrà le sue colpe ma ha segnato 120 gol finora, è il simbolo dell’Inter. Via Spalletti nuovo allenatore coppia con Lautaro e tutto risolto. L’unica cosa far star zitta Wanda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13383932 - 1 anno fa

    Mmm…e Lautaro? Dove lo mettiamo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14076416 - 1 anno fa

    Piuttosto se torna mi metto a tifare Juventus

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy