Inter, non c’è più posto per Icardi, Perisic e Nainggolan. Conte punta su un nome da rilanciare

Inter, non c’è più posto per Icardi, Perisic e Nainggolan. Conte punta su un nome da rilanciare

L’approfondimento sul mercato in uscita di casa Inter

di Daniele Vitiello, @DanViti
Inter-Empoli, esultanza di Nainggolan, Icardi e Keita Balde
Non ci sarà spazio per diversi elementi dell’Inter di quest’anno in quella che verrà consegnata nelle mani di Antonio Conte al rientro dalle vacanze. Il Corriere dello Sport di questa mattina passa in rassegna tutti i nomi in odore di cessione in casa nerazzurra: “Icardi, a dispetto della sbandierata volontà di restare, non rientra nei piani del tecnico pugliese, ma è assai in bilico anche il futuro nerazzurro di Nainggolan. Altri incerti? Perisic è più fuori che dentro l’Inter, Cedric non sarà confermato, ma le valige pronte le hanno anche Joao Mario e Borja Valero. E’ chiaro che molto dipenderà dalle offerte che arriveranno nella sede interista perché le minusvalenze a bilancio sono vietate”. 
In particolare su Maurito: “L’Inter ascolterà eventuali offerte e non esclude, se Maurito le rifiuterà tutte, di metterlo ai margini della rosa, come successo al Jiangsu con Ramires, liberato solo qualche giorno fa dopo mesi in tribuna. Marotta e Ausilio non porranno viceversa veti a un trasferimento alla Juve, a patto che arrivi una contropartita gradita: Dybala, che ha annunciato di non voler lasciare Torino, è al primo posto della lista. L’Atletico e il Psg per Mauro sono due ipotesi che ancora non si sono concretizzate”. In bilico anche Radja Nainggolan:Conte lo voleva al Chelsea, salvo sentirsi rispondere di no dal belga. Certi rifiuti sono difficili da essere digeriti. In più Radja è reduce da una stagione complicata sotto il profilo sia degli infortuni sia dei comportamenti extra campo. Conte punterà su di lui? E’ tutto da verificare. L’ago della bilancia in questo momento pende dalla parte dell’addio. Ma dove può finire Nainggolan? Rivenderlo per meno di 28-29 milioni vorrebbe dire fare una minusvalenza. In Cina potrebbero esserci club interessati (lo stesso Jiangsu?), ma lui accetterà? Difficile a meno che non gli sia proposto un ingaggio da brividi”, sottolinea il Corriere dello Sport.

Su altri elementi la situazione sembra essere abbastanza chiara: Su Perisic molto dipenderà dal mercato e dalle sue motivazioni. Il valore del croato non è in dubbio per nessun tecnico al mondo, ma quest’anno è stato molto altalenante e in più già lo scorso mese di gennaio ha chiesto a gran voce la cessione. Con Conte può far parte del progetto solo chi ne è convinto e chi lo abbraccia. Ecco perché sarà fondamentale la volontà di Ivan. Gagliardini viceversa sarà un punto di riferimento perché Antonio ne apprezza molto la fisicità e la capacità di inserimento. Skriniar e De Vrij sono considerati intoccabili. Politano sarà riscattato. Candreva? Conte lo voleva al Chelsea e con il suo arrivo all’Inter, l’ex Lazio (che ha altri due anni di contratto) può restare e fare l’alternativa a destra nel 3-5-2″, scrive il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy